Cuoco stagionale al rifugio, 36 anni
esce a far due passi: muore di freddo

Daniele Del Nobile

di Andrea Zambenedetti

BELLUNO - Un'altra tragedia della montagna  ma non provocata da un fulmine come pareva in un primo momento: oggi in tarda  mattinata a Pralongià di Livinallongo del Col di Lana, è stato trovato il corpo senza vita di un lavoratore stagionale di 36 anni che era in servizio in un rifugio della zona.

La probabile causa del decesso è un colpo di freddo. Doveva riprendere servizio  nel rifugio, ma non vedendolo arrivare i gestori hanno dato l'allarme: il corpo è stato poi ritrovato a qualche centinaio di metri di distanza.  La vittima è il cuoco  Daniele Del Nobile, pugliese di 36 anni originario di Manfredonia.

Era  in un momento di pausa quando è uscito dal posto di lavoro al rifugio Pralongia che si trova nel territorio comunale di Corvara in provincia di Bolzano. Per poche decine di metri il suo corpo è stato trovato però nel versante veneto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cortina che hanno avvertito il pubblico ministero di turno che a sua volta ha disposto il trasferimento alla Pieve di Livinallongo del Col di Lana.

Nella zona si stava abbattendo un forte temporale quando è avvenuta la tragedia, per questa ragione l'ipotesi iniziale ritenuta più probabile era stata quella che a colpirlo fosse stato un fulmine.

I particolari sul Gazzettino del 1. agosto 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 31 Luglio 2019, 16:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cuoco stagionale al rifugio, 36 anni
esce a far due passi: muore di freddo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-08-01 20:28:05
Ma che diagnosi è morire di freddo? È come dire morire di crepacuore o soffrire si esaurimento nervoso, non sono patologie mediche...
2019-08-01 23:58:19
Con terminologia medica di chiama ipotermia, ed è spesso causa di morte.
2019-08-01 14:15:42
forse a quota 8 mila metri, si muore di freddo...
2019-08-02 00:02:45
Non necessariamente: anni fa due ragazzi sono morti di freddo a 3.000 metri lungo la Ferrata Alleghesi: partiti leggeri perché le previsioni davano splendido, è venuto di colpo temporale, la temperatura è andata sotto e ci sono rimasti.
2019-08-02 11:53:43
L'articolo dice che hanno ritrovato il corpo a poche centinaia di metri dal rifugio. Se d'improvviso fa tanto freddo (e non sono mica scesi a -30!) riesci ben a cmminare per 10 minuti. Mi sembra più verosimile un arresto cardiaco.