Granfondo, risolto il problema dei posti letto

Venerdì 14 Febbraio 2020
Sui pedali tra i tornanti della Granfondo
Dalla musica al ciclismo per risolvere il problema della carenza di posti letto del Feltrino. Gli organizzatori della granfondo Sportful Dolomiti Race ormai le pensano proprio tutte.
L’IDEA
Così per aiutare i ciclisti che vorrebbero iscriversi alla granfondo ma non lo fanno perché sono preoccupati di non trovare da dormire nel Feltrino hanno avviato una nuova collaborazione con Cocovan, una start up toscana che si occupa di creare posti letto per festival e concerti in tutta Italia, importando a Feltre un modo nuovo e tutto diverso per dormire, cioè fornendo dei camper! Un metodo ormai diventato consueto tra i giovani che partecipano ai concerti e ai festival, che però non ha precedenti nel mondo delle granfondo. 
Feltre sarebbe un esperimento pilota in tutta Italia, un sistema che se funziona potrebbe risolvere problemi analoghi in altre manifestazioni ciclistiche amatoriali della penisola. In cosa consiste il servizio offerto da Cocovan? La start up mette a disposizione dei camper per raggiungere Feltre e partecipare alla granfondo in completa serenità e con ogni confort.
C’E’ ANCHE L’AUTISTA
Su richiesta c’è la possibilità di avere a disposizione persino l’autista. Sono stati individuatii tre punti di “raccolta”: Milano, Trieste e Venezia. Qui, chi aderisce al servizio, troverà un camper a disposizione in luoghi concordati insieme, nella formula del camper per gruppi già formati/famiglie che si arrangiano o di un camper con accompagnatore (driver) per gruppi o famiglie che saranno formati da Cocovan in base alle adesioni. L’obiettivo è di eliminare qualsiasi problema logistico. 
LA COMBINAZIONE
La soluzione del camper, infatti, prevede: pacchetto viaggio A/R + alloggio + box bicicletta con altri granfondisti, copertura assicurativa. Utilizzare questa soluzione permetterà anche di acquistare il pettorale per partecipare alla Granfondo ad un prezzo promozionale, come stimolo all’utilizzo di questo nuovo sistema. «In casa Cocovan siamo estremamente felici di poter supportare un evento di portata internazionale come la Sportful Dolomiti Race - ha commentato Guglielmo Rapino, co-founder di Cocovan - Bicicletta e camper rappresentano un mix scoppiettante. Le due attività sono accomunate da valori simili: ricerca di libertà, avventura, rispetto della natura. Unendole in una sola soluzione diamo vita ad un’accoppiata vincente che può rendere il weekend di ogni partecipante davvero indimenticabile. Non vediamo l’ora di partire alla volta di Feltre!». 
CARENZA CRONICA
«La carenza cronica di posti letto ci obbliga a ricercare anche soluzioni innovative e questa collaborazione con Cocovan non sarà l’ultima. Cocovan è una realtà giovane che proviene da un ambiente extra sport come quello dei festival e dei concerti. Sarà un esperimento per entrambi, la nostra speranza è che venga accolto e capito dai granfondisti che raggiungono Feltre da tutto il mondo. Stiamo lavorando anche ad un altro progetto per creare altri 200 posti letto. Speriamo che questi nostri sforzi servano a portare un maggior numero di partecipanti e abbattere finalmente nei prossimi due anni il muro dei 5.000 iscritti» spiega Ivan Piol, presidente del Pedale Feltrino organizzatore della granfondo. Ultimo aggiornamento: 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA