Sandro, è bellunese il misterioso artista delle cataste di legna: le opere sono virali sul web

Sandro, è bellunese il misterioso artista delle cataste di legna: le opere sono virali sul web
VALLADA AGORDINA - È stato svelato il nome dell'artista del bassorilievo in legno - la riproduzione dettagliata di una chiesa - che sta spopolando sui social, divenendo virale. L'autore è Sandro Savio, di Vallada Agordina, nelle Dolomiti Bellunesi, il quale da qualche anno ama realizzare cataste di legna artistiche che riscuotono la curiosità di molti, turisti compresi. L'opera ripresa in molte foto pubblicate poi sui social, è la riproduzione della chiesa di San Simon, ed è visibile lungo la strada comunale, sulla parete del piccolo edificio del «forn», a Sachet di Vallada. Colpisce la cura dei particolari e il lavoro minuzioso che ha portato Savio ad accostare legni di diversa tipologia: abete, frassino, acero, larice, in un gioco di colori e un mosaico di contrasti.

Il bassorilievo di legno ha destato l'attenzione di tanti, e le immagini postate in rete hanno contribuito alla sua diffusione, e al mistero sull'autore, nel passaparola mediatico. Chi sosteneva che l'opera fosse di un architetto trentino, chi la collocava in una non precisata località dell'Austria salisburghese. L'autore è invece il bellunese Sandro Savio, 61 anni, una passione nata dall'esigenza primaria di procurare e tagliare la legna per l'inverno. I primi lavori che hanno trovato forma su una facciata della sua casa di Sachet sono state le riproduzioni delle carte da gioco, le stelle alpine, la chiesa di San Simon, le «danbre», gli zoccoli in legno borchiati e il «pavàre», i semi di papavero.

 
 

Come nascono le sue creazioni ? Con il 'manarin', la macchina spaccalegna, la sega circolare e tanta pazienza. In primavera Sandro taglia la legna, generalmente abete, per fare la base della pila. I pezzi, regolari per lunghezza e dimensione, vengono collocati gli uni sugli altri. Nel frattempo ha già predisposto un disegno e un modello del bassorilievo, che prende forma accostando i legni adatti e tenendo conto dei cambiamenti cromatici assunti dalla fibra con passare del tempo. Quest'anno, sulla catasta di casa, ha rappresentato il lupo, animale ha fatto molto parlare di sé in provincia negli ultimi tempi. Il lavoro è stato completato dalla raffigurazione di un gufo, della luna e di un gatto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 6 Ottobre 2019, 15:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sandro, è bellunese il misterioso artista delle cataste di legna: le opere sono virali sul web
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-10-07 17:32:27
Bravissimo e paziente.
2019-10-07 10:47:16
complimenti, è buono anche questo x richiamare visitatori e turisti,bravo.
2019-10-06 21:06:45
certo che costui, con tutta quella legna, deve prevedere un inverno molto gelido.
2019-10-06 18:34:22
Troppo bello.Peccato demolire per uso riscaldamento..Secondo me c'e sul retro una normale catasta ad uso domestico.
2019-10-07 08:19:48
"Quest'anno, sulla catasta di casa, ha rappresentato il lupo..."