Bolletta da 4mila euro, la mossa del ristoratore: pizza a lume di candela

Giovedì 6 Ottobre 2022 di E.S.
Bolletta da 4mila euro, la mossa del ristoratore: pizza a lume di candela
3

FELTRE - Una bolletta da 4mila euro. Il ristoratore feltrino Luca Cargnel, titolare de La Locanda di Feltre, quando ha letto la cifra che riportava la bolletta ha scelto di non arrendersi ed abbassare le serrande. Conosciuto per la sua grinta e determinazione anche di fronte alle difficoltà ha deciso di provare qualcosa di nuovo. I costi della luce sono raddoppiati nel giro di qualche mese, ma lui va avanti. E la decisione è stata quella di non aggiungere un giorno di chiusura o di alzare i prezzi del listino ma di far cenare i suoi clienti, il mercoledì sera, a lume di candela. Chiaramente questa scelta non inciderà più di tanto sulla bolletta, ma potrà essere da stimolo per i clienti per provare qualcosa di nuovo e un segnale ai piani alti affinché intervengano per aiutare le imprese ormai in ginocchio.


LA RIFLESSIONE
Così, quasi in un flash, nasce Candle Light, la cena a lume di candela. «Bisogna reinventarsi ogni giorno per poter stare a galla - esordisce il cuoco -. La mia è una realtà fresca e dinamica: sono molto fortunato perché attorniato da bravi dipendenti, che con grande professionalità svolgono il loro lavoro. Purtroppo quando con l'ultima bolletta di energia elettrica ho visto certe cifre mi sono realmente spaventato e mi sono chiesto quanto potrò ancora sostenere questo andazzo!». Se da un lato nei mesi scorsi il risparmio e l'accantonamento sono stati quelli della cicala, Luca rincalza: «Mi è sembrata un'ingiustizia dover pagare tutti quei soldi per gestire una piccola attività che dà spazio a giovani del territorio per crescere, ma soprattutto tenta di non proporsi al pubblico con una cucina elitaria. Al contrario, qui in Locanda c'è sempre posto per tutti, porzioni abbondanti e cibo di qualità ad un prezzo onesto».


I CLIENTI NON SI TOCCANO
Cargnel ha subito il rogo del locale, poi il Covid e poi questa crisi. Eppure la voglia di andare avanti è tanta. «Mi rifiuto di chiudere ulteriormente allargando il giorno di riposo settimanale prosegue Cargnel -! Alla stessa maniera non mi sembra corretto alzare i prezzi di listino e far cadere un ulteriore onere ai clienti: anche le famiglie stanno attraversando dei momenti tragici con questi rincari e per quanto se non si riesce a pagare una bolletta, uscire a mangiare una pizza non sia una priorità, non mi va di far ricadere i costi sulle persone che da anni ci danno la loro fiducia».


L'IDEA
Ecco che quindi, davanti a quella bolletta di 4000 e rotti euro, prende forma un'idea: «Ho deciso - spiega il titolare - che per tutto ottobre di mercoledì sera sarò aperto come sempre ma spegnerò le luci e accenderò solo le candele». Luce vietata anche per chi fa le pizze. «Anche il nostro pizzaiolo Simone - prosegue Luca Cargnel - lavorerà con la torcia in fronte. Non credo che una serata al buio servirà dal punto di vista economico a risanare qualcosa, ma di sicuro sarà un'esperienza nuova per i miei clienti, che spero anche stimoli una riflessione su questo periodo difficile per la ristorazione anche ai piani più alti dove è pieno di persone che si riempiono la bocca di sostegno ai giovani e alle imprese ma poi permettono questo tipo di stoccate che possono per davvero minare la vita e la buona riuscita di una piccola Locanda con pizzeria e ristorante come la mia». Ecco quindi che mercoledì 12, 19 e 26 ottobre la Locanda Ristorante e Pizzeria di Feltre proporrà il suo classico menù arricchito con piatti della stagione rigorosamente serviti in un'atmosfera a lume di candela. Per info e prenotazioni 0439 191 0491.
IL PIONIERE
Già da un po' le serate a lume di candela sono un must all'Osteria Al Ponte di Belluno, come testimoniano gli scatti condivisi da clienti e gestori sui canali social. Il servizio a lume di candela era iniziato a febbraio, dopo i primi rincari in bolletta.

 

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 10:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci