L'ambulanza non carica la cagnolina
del ferito, prova a seguirli e si perde

Sabato 24 Settembre 2016
Il cane abbandonato
20

BELLUNO - «Chiediamo precise direttive, perché il caso della cagnolina di Fonzaso non si ripeta più». Si rivolgono alle Usl del territorio, i volontari dell'associazione Apaca di Belluno, ancora colpiti dalla vicenda dell'incidente d'auto nel Feltrino di fine luglio.
Allora il ferito era stato trasportato all'ospedale in ambulanza ma il personale a bordo si era rifiutato da caricare nel mezzo anche il suo fedele amico. Così la cagnolina, spaventata e disorientata, aveva corso dietro all'autolettiga e poi si era persa. A ritrovarla una settimana dopo era stata una donna, Romina, che ottenuta la ricompensa dal proprietario per avergli riportato il cane l'aveva donata ad Apaca e alla San Francesco di Feltre.
Ma il caso continua a far parlare. «Chiediamo siano date direttive precise al personale addetto al soccorso su come comportarsi nel caso di animali coinvolti in incidenti- chiedono i volontari -, così eviteranno che qualcuno presenti una denuncia per violazione dell'articolo 189 del codice della strada, che impone di soccorso anche agli animali».

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 10:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA