Il re dei campeggi Happacher si compra quello di Cologna di Domegge

Domenica 31 Ottobre 2021 di Giuditta Bolzonello
Il re dei campeggi Happacher si compra quello di Cologna di Domegge
1

DOMEGGE DI CADORE (BELLUNO) - La notizia è stata accolta con soddisfazione in Cadore: il campeggio Cologna di Domegge è stato acquistato dall'imprenditore altoatesino Happacher. Un cognome, una garanzia. Hans Happacher (foto) è infatti il titolare del Caravan Park di Sesto in Val Pusteria, il meglio in materia tanto che una speciale classifica internazionale lo ha eletto per anni miglior campeggio invernale ed il più confortevole.

Migliaia e migliaia di clienti l'anno, centinaia di piazzole per camper, roulotte e tende, camere e bungalow, tre ristoranti, piscine e sauna per una vacanza nella natura, ma con tutti i comfort; un campeggio a cinque stelle. Bisogna prenotare per tempo per poter soggiornare al Caravan, insomma un imprenditore che ha saputo far girare al meglio la sua azienda e che ora è il proprietario del campeggio sulla sponda sinistra del lago del Centro Cadore. 


ASTA A BUON FINE

L'International Camping Cologna di Domegge di stelle ne ha solo due ma è in una posizione unica, strategica sia per gli appassionati del lago, sia per gli escursionisti della montagna. Si affaccia sul lago con 10.000 metri quadrati di superficie costituiti da ampie terrazze a diversi livelli e diversi tipi di terreno, da sassoso ad erboso, è immerso nella natura; complessivamente mette a disposizione 120 piazzole e i servizi del caso. Una rinomata pizzeria, rinnovata di recente, completa l'offerta. Il bene è finito all'asta ed è all'asta che se l'è aggiudicato l'imprenditore di Sesto che avrà visto l'affare e non si è lasciato sfuggire l'occasione. La notizia è arrivata al sindaco di Domegge Achille Barnabò che con soddisfazione vede in questa operazione importanti risvolti economici per tutta la zona. Per l'assessore dell'Unione Montana Stefano Campi, che ha deleghe specifiche proprio per il rilancio del lago, «questa è una buona notizia, se l'imprenditore ha deciso di investire in Cadore significa che ne ha visto le potenzialità e i possibili sviluppi turistici del nostro territorio». 


DIALOGO CON L'ENEL

Certo gli effetti positivi non saranno immediati, ci vorrà del tempo per mettere a regime la nuova gestione ma all'orizzonte ci sono quelle novità per le quali l'assessore Campi si sta confrontando con Enel: dalla navigazione alla realizzazione della pista ciclabile che percorrerà il lago, tutti progetti che di certo conosce anche Happacher. Nell'immediato c'è da risolvere il problema della chiusura del ponte di Vallesella. Dal 12 ottobre è interdetto perchè i controlli periodici di stabilità effettuati da Enel Greenpower hanno ravvisato la necessità di impedire il transito di persone e mezzi. Si stanno facendo tutta una serie di rilievi e per la settimana che inizia è prevista l'installazione di un sistema di monitoraggio del ponte.

Ultimo aggiornamento: 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci