Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bypass della Feltrina, pericolo per il ponte a pezzi: lo usa anche chi non dovrebbe

In vista della chiusura della Galleria di Segusino l'appello a riaprire la vecchia via esterna

Sabato 18 Giugno 2022 di Eleonora Scarton
Bypass della Feltrina, pericolo per il ponte a pezzi: lo usa anche chi non dovrebbe
1

QUERO VAS - La passerella che attraversa il Piave in località Quero Vas in uno stato di degrado allarmante: la minoranza interroga l'amministrazione comunale per capire cosa stia facendo per metterla in sicurezza. In località Quero Vas insiste una passerella in legno che attualmente presenta gravi segni di degrado e cedimento. Basta guardarla per vedere come le assi in legno siano rotte, così come i giunti in ferro, arrugginiti ed in alcuni punti poco sicuri. Una passerella che dovrebbe essere utilizzata solo dai residenti di Quero Vas, che vi transitano a passo d'uomo. Così però non è. Soprattutto in occasione dei tanti, purtroppo, incidenti che accadono lungo la Feltrina, la passerella viene percorsa dai non aventi diritto, come scorciatoia o via d'uscita, spesso anche ad alta velocità. Come spiega Antonio Mondin, del gruppo di minoranza Il Ponte Laboratorio per Quero Vas, «La passerella è in queste condizioni perché oggetto di un abuso da parte di cittadini non residenti che non potrebbero, e da parte degli automobilisti in generale che vanno troppo veloci». A fronte delle condizioni in cui versa, Mondin ha presentato all'amministrazione comunale un'interrogazione in cui chiede se il sindaco sia a conoscenza dello stato della passerella e se si è attivato presso Veneto Strade al fine di ottenere un intervento urgente di manutenzione.

IL NODO

Il consigliere comunale però allarga gli orizzonti. «Una considerazione più generale sulla viabilità del Basso Feltrino va fatta: la passerella viene usata intensamente soprattutto quando ci sono incidenti, come domenica scorsa quando ce n'è stato uno lungo la Feltrina prima e un altro poco dopo lungo la sinistra Piave. E c'è da temere molto per quest'estate quando la galleria di Segusino chiuderà». Premesso ciò Mondin afferma che «L'ideale sarebbe stato avere operativa la vecchia strada esterna alla galleria, attualmente chiusa. Non avremmo mai dovuto permettere il declino e la conseguente chiusura di quello che sarebbe un ottimo collegamento ciclopedonale, molto panoramico, utilizzabile nelle situazioni di emergenza anche per deviare il traffico».

STRADA FRAGILE

Sia la Feltrina che la sinistra Piave sono anche oggetto di frane e smottamenti. Non sono passate molte settimane dalla chiusura della sinistra Piave per diverse ore a causa proprio di una frana. Punto in cui in questi giorni si transita a senso unico alternato in quanto Veneto Strade sta provvedendo allo svuotamento delle reti, ad una pulizia complessiva e ad una verifica dello stato della situazione.

Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci