Colpo di scena nel calcio dolomitico: Belluno, Union Feltre e San Giorgio Sedico al tavolo per "future collaborazioni". E già si parla di fusione

Lunedì 3 Maggio 2021 di Maurizio Ferin
Siamo nel 2014: prima di uno storico derby, Livio Gallio, allora presidente del Belluno, stringe la mano a Nicola Giusti, tuttora alla guida dell'Union Feltre

Colpo di scena nel calcio bellunese. Con un comunicato firmato dai tre presidenti, Ac Belluno, Union San Giorgio Sedico e Union Feltre hanno annunciato di avere iniziato dei colloqui "per future collaborazioni". Colloqui definiti preliminari ma è evidente che Alberto Lazzari, numero 1 dei gialloblù del capoluogo, Sergio De Cian, a capo della dirigenza sedicense, e Nicola Giusti, massimo dirigente della società feltrina, stanno lavorando per unire le forze. Inevitabile quindi si parli di possibile fusione. «Nei prossimi giorni saranno convocati i rispettivi consigli di amministrazione e consigli direttivi per le opportune valutazioni», così si conclude il comunicato. Uno scenario quindi in costante evoluzione ma l'idea è che mantenere tre squadre in serie D comporti una dispersione di energie (non solo economiche) ormai fuori dalla realtà. E allora perché non pensare a una sola squadra che magari punti al professionismo? Solo ipotesi per ora. Perché non dimentichiamo che i campanilismi sono sempre presenti, le rivalità anche forti e spigolose, le gelosie. Vedremo se le dirigenze saranno capaci di mettere tutto da parte per lavorare a un futuro diverso, forse molto più importante di quello attuale.

Ultimo aggiornamento: 16:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA