Bimba travolta da un'auto, cinque anni fa stesso destino per la sorella

Domenica 25 Luglio 2021 di Davide Piol
Bimba soccorsa dall'elicottero

CESIOMAGGIORE - Sembra che la bambina, ieri mattina, sabato 24 luglio, abbia attraversato la strada all’improvviso. Un movimento troppo veloce e soprattutto imprevedibile che ha colto di sorpresa la 67enne del posto che si trovava a bordo di una Fiat Idea e che stava transitando lungo via Pedemontana, a Toschian (Cesiomaggiore). L’impatto è stato tremendo e la bambina, di 9 anni, è stata elitrasportata in gravi condizioni all’ospedale di Padova dove è ancora ricoverata in prognosi riservata. In paese si parla di “maledizione” perché qualche anno fa anche la sorella maggiore della bambina aveva quasi perso la vita in un incidente stradale con la moto. A fare i rilievi, ieri mattina, c’erano i carabinieri della compagnia di Feltre. Spetterà a loro ricostruire quanto accaduto e capire se possano essere imputate responsabilità di qualche tipo all’automobilista. 

IL MALORE
Di certo, è stato un trauma anche per la donna che a seguito dell’incidente ha avuto un malore e si è accasciata al suolo. I soccorsi l’hanno rianimata e poi trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Feltre. Sul luogo dell’incidente, oltre ai militari dell’arma, anche un’ambulanza e l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. «Purtroppo non so nulla – ha spiegato al telefono il sindaco di Cesiomaggiore Carlo Zanella, impegnato tutto il giorno alla 23esima edizione del Pelmo d’Oro – Da quello che mi hanno detto però la situazione è seria». L’incidente è avvenuto verso le 9.15 del mattino sulla strada provinciale 36, in località Toschian a Cesiomaggiore, dove vive la famiglia della piccola. Per cause in corso di accertamento, la bambina, che si trovava a bordo strada, ha fatto un passo verso sinistra come se volesse attraversarla. Proprio in quel momento stava arrivando una monovolume Fiat Idea guidata da una 67enne del posto che non è riuscita a schivarla. Stando alla prima ricostruzione dei fatti, eseguita dai carabinieri, sembra che la donna abbia tentato di evitarla ma senza riuscirci. La bimba, di 9 anni, è stata colpita dall’auto e scaraventata sull’asfalto. Immediata la chiamata al 118. La notizia ha fatto il giro del paese in poco tempo. «È accaduto a 300 metri da me, in cima al rettilineo – ha raccontato il titolare della “Macelleria Da Gazzi”, in via Pedemontana – Ma non si vedeva nulla perché hanno messo i teli di protezione per coprire la bambina. Ci hanno impiegato tanto per rianimarla. Sicuramente non è stato facile. Dico solo che l’elicottero è stato fermo mezz’ora. E sappiamo che quando può, di solito, riparte subito». Una lotta contro il tempo per salvare la vita alla bambina. Alla fine gli operatori del 118 sono riusciti a stabilizzarla, l’hanno caricata sull’elicottero e portata d’urgenza all’ospedale di Padova. In quegli attimi, però, si è svolto un altro dramma. L’automobilista, sotto choc per l’incidente, si è sentita male e i soccorsi hanno dovuto rianimare anche lei per poi accompagnarla al Santa Maria del Prato di Feltre per accertamenti. Le condizioni della bimba sono gravi e la speranza di tutti, in primis dei genitori che lavorano entrambi in ospedale, è che si riprenda al più presto.

«È una famiglia sfortunata – ha commentato Gazzi, della macelleria omonima – perché era già successo con l’altra figlia. Cinque anni fa la sorella maggiore aveva fatto un incidente in moto con il fidanzato e si era rotta la spina dorsale». Nonostante le ferite gravi, la ragazza è sopravvissuta e sta bene. L’apprensione, ora, è rivolta alla piccola di 9 anni: «A quell’età – ha concluso Gazzi – hanno diritto di vivere. Cioè ce l’abbiamo tutti, ma soprattutto loro, i bambini. Speriamo che si riprenda». 
 

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 08:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA