Mercoledì 26 Settembre 2018, 21:58

Animali selvatici investiti dalle auto e lasciati morire lungo la strada

Un cervo investito

di Olivia Bonetti

BELLUNO - Nessuna cura all’animale selvatico che viene investito sulle strade: deve solo morire e senza eutanasia, perché per lui non c’è alcun medico veterinario disponibile. È l’assurda situazione che si è venuta a creare in provincia dal primo settembre scorso, quando l’azienda sanitaria Usl 1 Dolomiti ha cessato l’intervento dei veterinari pubblici sui selvatici investiti. Il problema è che non ci sono, al momento, sostituti privati e per gli animali c’è da augurarsi che muoiano sul colpo. E sperare che non accada mai quanto avvenuto domenica sera, sulle strade di Santa Giustina.
GLI INVESTIMENTI
Una cerva di 160 chili era finita sotto un’auto, prima del distributore Esso, verso Feltre, a Santa Giustina. L’animale non è morto subito: era malconcio, zampe rotte davanti e dietro, ma vivo. I carabinieri (ormai gli unici con i vigili del fuoco che intervengono la sera per questo tipo di incidenti) hanno chiamato il veterinario, ma il servizio non c’era più. A quel punto hanno chiamato il capo della riserva comunale alpina di caccia. Ma anche lui non poteva intervenire se l’animale era ancora vivo e non poteva nemmeno sparargli per accorciare le sue sofferenze. A quel punto i carabinieri non hanno potuto fare altro che spostare la cerva morente a bordo strada. L’animale è deceduto poco dopo e a quel punto è arrivato il presidente della riserva di caccia che ha recuperato l’esemplare, che potrà essere ora consumato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Animali selvatici investiti dalle auto e lasciati morire lungo la strada
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-09-29 11:06:58
perchè , quelli che muoiono in natura, magari di fame o sbranati dai lupi hanno l' eutanasia ?... si vogliono gli animali lasciati selvaggi, ma assistiti come quelli domestici...
2018-09-28 14:26:19
E se, come in passato, la competenza negli interventi per incidente fosse assegnata , sia per animali che per persone, in toto alle Forze dell'Ordine, senza il burocratico e deleterio intervento di magistrati, che rallentano provvedimenti e soluzioni?
2018-09-28 12:34:17
Occorre dare potere decisionale a chi interviene, ovvero dare la possibilita' a Polizia o Carabinieri di sparare un colpo per evitare la sofferenza dell'animale qualora si presenti in condizioni critiche. La bestia ferita, riversa a bordo strada, quasi sempre è destinata a morire nelle ore successive, e se il veterinario non è reperibile bisogna abbatterla. Quando invece il dottore interviene, per non avere problemi o "rogne", la abbatte subito col Tanax. (perche' se dovesse portarlo in clinica ed operarlo per salvarlo, immaginate la burocrazia per chiedere il rimborso spese!). Poi d'accordo che l'unica soluzione e' andare piano con la macchina, si ritardera' di qualche minuto, ma si limita parecchio il rischio incidente.
2018-09-27 18:26:24
Povera bestia, dovrebbe esserci sempre un veterinario disponibile e invece anch'io una volta ho assistito all'agonia di una cerva in cinta sulla vecchia strada delle cavallere che avevano riaperto durante i lavori di restauro del Ponte Cadore.Nessun danno agli investitori che avevano chiamato i Carabinieri che non sapevano loro stessi cosa fare e intanto la cerva agonizzava sull'asfalto... forse i suoi cuccioli si sarebbero potuti salvare.In Friuli esiste un volontario del centro Terranova che interviene anche x volatili feriti.
2018-09-27 18:06:20
QUESTO VALE ANCHE PER CANI E GATTI, se vai dal veterinario la prima cosa che ti chiedono dopo il preventivo sono i soldi, altrimenti la bestia te la riporti a casa. se vedi una bestia ferita lungo la strada che devi fare? pagare il veterinario? ma dai, tiri dritto. fate le leggi mi comporterò di conseguenza, se ci sono almeno rendetele pubbliche, oggi non si capisce niente.