Albino Luciani, riconoscimento miracolo nell'anniversario dell'elezione a Papa

Giovedì 26 Agosto 2021
Albino Luciani, nel 43esimo anniversario dell'elezione a Pontefice
1

CANALE D'AGORDO - Ricorre oggi il 43/o anniversario dell'elezione di papa Albino Luciani - Giovanni Paolo I - avvenuta il 26 agosto 1978. E si fa il punto anche sull'attesa beatificazione del Papa «dei 33 giorni», di cui sarebbe imminente il riconoscimento del necessario miracolo. Sul quotidiano cattolico Avvenire, è la giornalista Stefania Falasca, vice-postulatrice della causa di beatificazione, ad annunciare che «anche per il processo 'super mirò (sul miracolo) siamo ormai alle battute finali» e che «per Giovanni Paolo I si avvicina il tempo della beatificazione».

Si attende insomma l'ultimo sì al riconoscimento della sua intercessione per la guarigione scientificamente inspiegabile, dieci anni fa, di una bambina«. La causa di canonizzazione di papa Luciani, nato a Canale d'Agordo ( Belluno) il 17 ottobre 1912, si era aperta nel novembre del 2003, a ben 25 anni dalla morte, mentre nel novembre del 2017 con il decreto sancito da papa Francesco sono state proclamate le sue "virtù eroiche". Falasca ricorda che »alla fine di novembre di quello stesso anno si era conclusa anche l'Inchiesta diocesana istruita nel 2016 nella diocesi argentina di Buenos Aires per un caso di presunta guarigione straordinaria avvenuta per intercessione di papa Luciani nel 2011 a favore di una bambina affetta da una grave forma di encefalopatia«. Giunto in fase romana, »il caso è stato portato alla discussione della Consulta medica il 31 ottobre 2019 che ha stabilito all'unanimità essersi trattato di una guarigione scientificamente inspiegabile«. Il 6 maggio 2021 "anche il Congresso dei teologi ha espresso positivamente il suo giudizio. L'ultimo voto, quello della Sessione dei cardinali e dei vescovi, con il quale si chiuderà l'iter giudiziale del processo 'super mirò è previsto per il prossimo ottobre". Una volta riconosciuto e sancito con decreto papale il miracolo "non resta che fissare la data della beatificazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA