San Nicolò e asinello vietati
a scuola: fanno paura ai bambini

Martedì 1 Dicembre 2015 di Mirko Mezzacasa
14
AGORDO - San Nicolò bocciato perché fa paura ai più piccoli. Il vestito del vescovo rimarrà quindi nella naftalina, ben chiuso nell'armadio della sede Auser "El Broi". Dopo 15 anni il santo atteso annualmente dai più piccoli non raggiungerà la scuola materna per incontrarli, per farli sognare e per donare loro il classico sacchettino di leccornie. Non lo farà. Né tanto meno lo farà il "mus" che Stefano Tomè metteva sempre a disposizione. L'appuntamento con gli scolari, nel segno di quella tradizione concepita e voluta da Renzo Da Rif, fondatore e primo presidente dell'Auser, era in calendario per venerdì. Ma, improvvisamente, è scomparso.

«Quest'anno - afferma Alvio Peratoner, presidente dell'Auser - la manifestazione non si terrà e non per nostra decisione. Il presidente della scuola materna Gabriele Bernardi ci ha informato che le maestre hanno deciso che il tradizionale appuntamento non si deve fare. Tra le motivazione il fatto che i bambini potrebbero spaventarsi o che si crea confusione con la sera "vera" di San Nicolò, in calendario nella notte tra il 5 e il 6 dicembre»...



Ultimo aggiornamento: 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci