Volo mortale dal terzo piano, un incidente: la 19enne può aver perso l'equilibrio

Martedì 24 Gennaio 2023 di g.l.
Il luogo della tragedia

BELLUNO - Potrebbe aver perso l'equilibrio mentre si trovava su un terrazzino volando per una decina di metri al suolo e riportando ferite mortali G. P., la studentessa 19enne trovata riversa in una pozza di sangue domenica mattina davanti alla trattoria Moretto, non distante da via Mezzaterra in centro a Belluno, da un passante che ha dato l'allarme: quando i sanitari del 118 sono giunti sul posto, la ragazza dava ancora deboli segni di vita, ma tutti i tentativi di rianimarla sono risultati vani. Il suo cuore si è fermato per sempre in ospedale.

LE INDAGINI
Nel punto in cui la ragazza è stata trovata sono subito arrivati anche gli inquirenti della questura, l'area è stata delimitata da nastri bianco e rossi per vietare il transito; accanto al corpo della ragazza c'erano il suo telefonino e le cuffiette per ascoltare musica. In una prima fase della ricostruzione non era stata scartata alcuna ipotesi: dall'omicidio al gesto volontario, all'incidente. Con il passare delle ore e la ricomposizione paziente del puzzle da parte degli uomini della questura di Belluno, la prima possibilità è stata scartata ed il quadro di riferimento è rimasto quello del possibile incidente: G. P. potrebbe aver perso l'equilibrio alle prime luci dell'alba forse mentre cercava di accendersi una sigaretta al terzo piano sopra al ristorante. Un volo fatale nel silenzio, nessuno si sarebbe accorto di nulla. Il profilo tracciato da chi conosceva la 19enne è quello di una ragazza tranquilla e diligente, senza grilli per la testa, amata dai compagni di scuola del Catullo e dagli insegnanti, alle prese con le prevedibili criticità legate all'età. Nulla comunque che possa essere ricondotto alla decisione estrema. Anche per questo contesto delineato dagli inquirenti dopo i contatti con la famiglia, l'idea che si sta facendo strada come possibile causa del volo fatale è quella dell'incidente, una perdita di equilibrio mentre si trovava su un terrazzo al terzo piano protetto da una ringhiera bassa, che non ha lasciato scampo alla ragazza. Nelle prossime ore verrà eseguita l'autopsia, poi la Procura rilascerà il nulla osta per la celebrazione delle esequie.

I RIFLESSI
La notizia della morte di G. P. domenica aveva fatto il giro della città, lasciando increduli i conoscenti e ammutoliti dal dolore i famigliari. Anche a scuola il primo giorno senza G. P. è stato segnato dal silenzioso ricordo dei compagni e dei suoi insegnanti che ne conserveranno il ricordo di una ragazza amata e simpatica tradita dal vuoto in una gelida alba invernale.

Video

Ultimo aggiornamento: 16:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci