Sorrento, risale a galla la balena ​trovata morta nel porto

Sabato 16 Gennaio 2021 di Antonino Siniscalchi
Mare

Emersa dai fondali la balena rinvenuta nello specchio d'acqua del porto di Marina Piccola. Mentre si susseguono le ipotesi sulla possibilità che nel golfo di Sorrento potrebbero essere due gli esemplari del cetaceo, in serata è arrivata la sorpresa, con la carcassa della balena a pelo d'acqua nei pressi della banchina. La zona è presidiata dai militari della Guardia costiera.

La delegazione della Campania di Marevivo, intanto, ha chiesto all'amministrazione comunale e all'Asl competente di conoscere le cause che hanno determinato la morte del cetaceo e di avere successivamente la disponibilità dello scheletro a scopo scientifico, divulgativo, educativo e museale. In modo da poter costruire intorno a questo nefasto evento un progetto di educazione ambientale avente ad oggetto la vita dei mammiferi marini e dei pericoli ai quali sono sottoposti per le azioni antropiche che insistono sul loro habitat.

Video

«Il progetto - spiega Carmine Esposito dell'Associazione ambientalista - andrebbe realizzato in collaborazione con il Comune di Sorrento che potrà indicare il luogo adatto per l’esposizione del reperto. Marevivo, che si occuperà dei tutti gli adempimenti burocratici e le relative spese per ottenere lo scheletro nelle condizioni idonee, ha manifestato la totale disponibilità al supporto di tutte le iniziative di recupero, trasporto e analisi biologiche sul cetaceo».

(Foto Erika Cervino. Diffusa da Ufficio Stampa Amp Punta Campanella).

Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA