Vulcano Canarie, così la lava cambia la mappa dell'isola: ora è più alta di 50 metri

Resta ancora alto il pericolo di gas tossici

Lunedì 4 Ottobre 2021
Vulcano Canarie, la lava cambia la mappa dell'isola: ora è più alta di 50 metri

L'Istituto geologico e minerario della Spagna ha rilasciato la registrazione di un drone nell'area in cui la colata lavica ha conquistato il mare de La Palma. Il video del volo, della durata di più di tre minuti, mostra la lingua di terra che si è formata quando il magma ha raggiunto l'acqua negli ultimi tre giorni. Ma gli effetti del magma adesso stanno alterando la mappa dell'isola. Le immagini sono state registrate giovedì, quando l'isola era già cresciuta di circa 450 metri dalla costa e di circa 600-800 metri lateralmente.

Il nuovo delta ha già una superficie di quasi 20 ettari. Si stima inoltre che la profondità raggiunta dalla lava riversata in mare raggiunga i 24 metri, mentre sulla terra si 50 metri di altezza e 320 di larghezza. Senza considerare il pericolo dei gas tossici, ancora alto.
 

Vulcano Canarie: «Sotto il mare un deposito di magma, le isole scompariranno». La qualità dell'aria peggiora

Il contatto della lava con il mare ha creato un'emanazione di fumo, che viaggia verso l'interno dell'isola o esce verso il mare a seconda di come soffia il vento. Il gruppo di geoscienze marine dell'Istituto spagnolo di oceanografia, che sta seguendo in diretta l'avanzata del magma, ha precisato che «si sta generando un imponente deposito di oltre 50 metri di altezza», che continua anche a crescere. È una specie di piramide che cresce nel mare.

Vulcano Canarie, si apre anche una terza bocca. Gli esperti: «Aumentati i gas tossici»

Il percorso della lava verso il mare, un viaggio distruttivo di 10 giorni di circa 50 milioni di metri cubi di magma, è stato irregolare e imprevedibile. Dopo alcuni giorni di decelerazione, la lava si è riattivata domenica scorsa, giorno in cui ha aumentato la velocità.

Gli aiuti - Il primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez, ha promesso che il governo aiuterà a ricostruire l'isola di La Palma, alle Canarie. Durante la sua terza visita a La Palma, Sanchez ha annunciato che il governo approverà nei prossimi giorni aiuti per 206 milioni di euro. «Martedì prossimo, il governo approverà un pacchetto di misure molto potenti» per aiutare «la ricostruzione delle infrastrutture, l'approvvigionamento idrico, l'occupazione, l'agricoltura ed il turismo», ha detto in una conferenza stampa. «Stiamo affrontando una prova di resistenza perché non sappiamo quando finirà l'eruzione del vulcano», ha detto Sanchez. Il vulcano Cumbre Vieja ha distrutto finora più di 900 edifici e circa 6mila persone sono state evacuate dalle loro case. «L'attività esplosiva si è intensificata nelle ultime ore», ha dichiarato in un tweet l'Istituto di vulcanologia delle Isole Canarie, Involcan.

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA