Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tank, sistemi anti-aerei, missili e blindati: le armi degli Stati Uniti all'Ucraina (passando dal mercato dell'est Europa)

Gli Usa vogliono aiutare Kiev per permetterle di arrivare al tavolo dei negoziati in una posizione di maggior forza

Domenica 3 Aprile 2022
Tank, sistemi anti-aerei, missili e blindati: le armi degli Stati Uniti all'Ucraina (passando dal mercato dell'est Europa)

Il «trasferimento» (e il termine non è casuale, visto che non si tratta di componenti americane) sarà indiretto, ma gli Stati Uniti sono pronti a fornire all'Ucraina armi e carri armati per difendersi dall'invasione russa. È stato il New York Times ad anticipare le mosse di Joe Biden: gli Usa vogliono aiutare Kiev per permetterle di arrivare al tavolo dei negoziati in una posizione di maggior forza. Così Washington dovrà guardare al mercato di armi dell'est Europa. Secondo il NYT gli Stati Uniti cercherarnno materiali da combattimento compatibili con quelli già nell'esercito ucraino. Tra questi sicuramente i carri armati polacchi e di fabbricazione sovietica, i T-72 e Pt-91. Varsavia sembra già pronta a contribuire, tanto che potrebbe già sostituirli presto con gli Abrams americani. 

La strategia sembra accomunare tutto l'Est Europa: aiuti sì, ma che siano ben rimpiazzati. E infatti lo stesso ragionamento ha fatto la Slovacchia: via libera al trasferimento di sistemi anti-aerei S-300 ma prima vuole ricevere i Patriot. Secondo War Zone, poi, 56 blindati Pvb501 saranno spediti a Kiev dopo l'ok della Germania. La loro è una storia decennale (e infatti non essendo ultra-moderni potrebbero servire anche solo per aggiustare i tank abbandonati dai russi): di fabbricazione sovietica, furono utilizzati dalla Germania dell'Est e poi rimodernati dopo l'unificazione. Poi furoo venduti alla Svezia prima di passare in Repubblica Ceca. L’Australia ha  annunciato che metterà a disposizione dei blindo Bushmaster che dovrebbero essere di qualità superiore, mentre Londra spedirà mezzi analoghi e artiglieria As 90 Braveheart.

Cortina di ferro e guerra fredda, l'invasione dell'Ucraina riporta indietro le lancette della storia. Ecco cosa può succedere

Le altre armi dagli Usa a Kiev

Il Pentagono ha spiegato che fornirà 300 milioni di dollari in più di aiuti militari, inviando anche armi di ultima generazione come missili guidati da laser e droni kamikaze. E ancora, oltre ai tank di cui sopra, maschere anti gas e tute protettive, in caso di attacco chimico russo. In particolare nel pacchetto di aiuti sono compresi missili guidati da laser, droni kamikaze Switchblade (con testate esplosive) e droni leggeri di tipo Puma (da ricognizione). 

Ultimo aggiornamento: 17:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA