Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sofiia Karkadym, la rifugiata scappata con un inglese: «Non sono una rovinafamiglie. La moglie di Tony aveva 2 facce»

La rifugiata: «I miei genitori si vergognano, dicono che per colpa mia non ci aiuteranno più. Ma è tutta colpa di Lorna»

Lunedì 23 Maggio 2022
Sofiia Karkadym: «Amo Tony, non sono una sfasciafamiglie». La moglie: «Mi ha devastato»

Il suo caso ha fatto il giro del mondo. Sofiia Karkadym è diventata un caso mediatico. L'ucraina rifugiata, scappata con l'uomo che l'aveva ospitata e che ha deciso di lasciare per lei moglie e figli, è tornata a parlare difendendosi dalle accuse: «Non sono una sfasciafamiglie», ha detto in un'intervista al "The Sun".

La sua storia le ha creato problemi anche in patria: «I miei genitori ora si vergognano di me, dicono di non poter più uscire di casa e che a causa mia nessuno ospiterà più gli ucraini. E ora ho persone che mi scrivono dicendo che sono una persona orribile, che ho fatto una cosa negativa per il mio Paese. Ma quello mio e di Tony è un amore genuino», dice. Tony è Tony Garnett, il padre di famglia (28 anni) che ha lasciato tutto per cominciare una nuova vita insieme a Sofiia. 

Cosa ha detto Sofiia

Sofiia è scappata da Leopoli, ma non aveva intenzione di appropiarsi della famiglia di qualcun altro, nonostante le accuse di Lorna, la moglie di Tony. Non ho mai pensato di andare a casa loro e distruggere il matrimonio - le sue parole -. Mi piaceva la famiglia. Ho passato molto tempo con Lorna e ho cercato di aiutarla. Ma lei aveva due facce. I suoi continui sospetti, la tensione, hanno semplicemente avvicinato me e Tony. Ha creato lei questa situazione, è colpa sua. La loro relazione era già distrutta prima del mio arrivo». 

Sofiia racconta l'emozione del nuovo inizio in Gran Bretagna: «La guerra ha distrutto i miei sogni e il mio futuro. Quando sono atterrata in Inghilterra e sono scesa dall'aereo ero così felice che non riesco nemmeno a spiegare le mie emozioni in quel momento. Ero felice perché sentivo di poter finalmente iniziare la mia nuova vita senza essere preoccupata o spaventata», dice. 

 

 

La tensione con Lorna

«Dal primo giorno ho sentito che qualcosa non andava con Lorna», racconta Sofiia. La moglie di Tony, secondo l'ucraina, sarebbe la vera colpevole di quello che è successo. «Ho cercato di essere gentile ma lei si lamentava ogni giorno, diventando sempre più gelosa del tempo che io e Tony stavamo trascorrendo insieme. Ogni notte chiedeva a Tony «Perché stai al piano di sotto con lei?". Io avevo bisogno di comunicare con qualcuno. "Perchè no? Devo restare nella mia stanza da solo dopo tutto quello che è successo? Volevo comunicare con qualcuno, volevo stare con le persone. Era molto importante per me, era difficile stare da solo. Ma ogni giorno chiedeva a Tony "Perché, perché, perché, perché, perché?”. Così sono arrivata al limite e dieci giorni dopo essere arrivata, ho fatto le valige. E Tony mi ha seguita», ha detto. 

 

Lorna: «Ha messo gli occhi su Tony dall'inizio»

Sofiia e Tony adesso sembrano felici. L'uomo ha deciso di andare avanti. Ma Lorna non l'ha ancora accettato. «Ho il cuore spezzato dopo quello che è successo. Sofiia ha messo gli occhi su Anthony fin dall'inizio, ha deciso che lo voleva e lo ha preso. Non le importava della devastazione che ha lasciato alle spalle», le sue parole. «L'abbiamo aiutata perché era la cosa giusta da fare. Ma lei mi ha ripagato così», ha chiosato

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 15:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA