Polonia, dall'allerta Nato al sistema Patriot (offerto da Berlino) al confine con l'Ucraina: «Garantire la sicurezza dello spazio aereo»

Varsavia ha accolto con favore l'offerta della Germania di inviare il sistema antimissilistico

Lunedì 21 Novembre 2022 di Simone Pierini
Polonia, dall'allerta Nato al sistema Patriot (offerto da Berlino) al confine con l'Ucraina: «Garantire la sicurezza dello spazio aereo»

La Polonia cerca aiuti tra gli alleati Nato per difendere il proprio Paese da nuovi eventi collaterali alla guerra in Ucraina. I missili che si sono abbattuti sul proprio suolo, probabilmente per un incidente, lo scorso 15 novembre ha fatto salire l'allerta dell'Alleanza Atlantica. Per questo motivo da Berlino è arrivata la proposta di inviare al confine con l'Ucraina il sistema antimissilistico Patriot. «Abbiamo offerto il nostro sostegno alla Polonia per la sicurezza del suo spazio aereo, con i nostri Eurofighter e con i sistemi di difesa aerea Patriot». Lo ha detto la ministra tedesca della Difesa, Christine Lambrecht, in un'intervista riportata da Tagesschau.

Varsavia ha accolto con favore l'offerta della Germania. Il ministro polacco della Difesa, Mariusz Blaszczak, ha dichiarato di averne preso atto con «grande soddisfazione» e di voler proporre lo stazionamento del sistema Patriot vicino al confine della Polonia con l'Ucraina. La Germania sostiene già la Slovacchia con aerei da combattimento e sistemi di difesa aerea.

 

Cos'è il sistema Patriot

Il sistema Patriot è un sistema missilistico antiaereo americano a medio raggio utilizzato, in particolare, da Stati Uniti e Germania, e dall'ottobre di quest'anno anche dalla Polonia. Entro la fine del 2022, l'esercito polacco dovrebbe avere in servizio due batterie Patriot (16 lanciatori). Inoltre, due batterie Patriot delle forze armate statunitensi sono di stanza sul territorio della Polonia nella città di Rzeszów.

I missili caduti in Polonia il 15 novembre

L'esplosione a Przewodów è avvenuta nel pomeriggio del 15 novembre, poco dopo l'inizio di un attacco missilistico russo su larga scala contro l'Ucraina, ha provocato una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale in Polonia. All'inizio si presumeva che un missile russo fosse caduto su Przewodów, ed è stato riferito ufficiosamente che avrebbero potuto esserci due missili. Successivamente, è stato riferito che, secondo le conclusioni preliminari di esperti polacchi e americani, si trattava molto probabilmente di un missile del sistema di difesa aerea ucraino. Il presidente polacco Andrzej Duda ha definito l'esplosione un incidente il16 novembre. Ha anche affermato di comprendere il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi, che ha espresso la convinzione che il missile caduto martedì sul territorio della Polonia fosse russo.

Ultimo aggiornamento: 22:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA