IL CONFLITTO

Guerra in Ucraina, Media: «Biden ha dato ok a Kiev all'utilizzo di armi
Usa per colpire in Russia. Ma solo vicino a Kharkiv»

Zelensky: "Pronti ad ulteriori attività russe al fronte"

Giovedì 30 Maggio 2024

Biden ha dato ok a Kiev per colpire Russia con armi Usa

Joe Biden ha «segretamente» autorizzato l'Ucraina a colpire in territorio russo con armi Usa ma solo nell'area vicino a Kharkiv e non a lungo raggio.

Lo riferisce Politico in esclusiva citando due fonti informate. «Il presidente ha di recente ordinato al suo team di garantire che l'Ucraina sia in grado di utilizzare le armi statunitensi a Kharkiv a scopo di controffensiva», ha detto un funzionario americano. 

Stoltenberg, Kiev può prevalere solo con forte aiuto Nato

«L'Ucraina continua a combattere con coraggio, ma le sfide che deve affrontare sono sempre più grandi e crescenti. L'Ucraina può ancora prevalere, ma solo con un sostegno costante e solido da parte degli alleati della Nato», ha detto Stoltenberg. «Per questo, al vertice Nato di luglio, intendiamo porre il nostro sostegno su basi più solide. Anche con un ruolo maggiore della Nato nel coordinamento dell'assistenza alla sicurezza e dell'addestramento, oltre che con un impegno finanziario pluriennale».

Stoltenberg, senza la Cina Mosca non può reggere la guerra

«La Cina sostiene l'economia di guerra della Russia, con l'export di tecnologia dual use: il 90% delle parti elettroniche che Mosca usa sono state importate l'anno scorso dalla Cina e questo significa che, senza Pechino, la Russia non sarebbe stata in grado di sostenere il conflitto». Lo ha detto Jens Stoltenberg alla Conferenza «75 anni di Nato: come mantenere la rotta?".

Kharkiv, offensiva fallita? «Truppe insufficienti»

L'esercito russo sta aumentando il numero delle truppe nell'area degli insediamenti di Strelech-Liptsy e Volchansk, nella regione di Kharkiv, ma queste forze non sono sufficienti per un'offensiva su vasta scala: ha dichiarato il comandante in capo delle forze armate ucraine Alexander Syrsky su Facebook. «Il nemico continua a rafforzare il raggruppamento delle sue truppe in direzione dell'attacco principale di Strelech-Liptsy e nella regione di Volchansk, trasferendo reggimenti e brigate aggiuntivi. Tuttavia, queste forze ora non sono sufficienti per un'offensiva su vasta scala e per una svolta nella nostra difesa», ha scritto.

Massima allerta Europa per roghi dolosi, zampino di Mosca

I servizi di sicurezza di tutta Europa sono in massima allerta per quella che viene considerata una nuova arma di guerra della Russia: incendi dolosi e sabotaggi nei Paesi Baltici, in Germania, nel Regno Unito. Lo riporta il Guardian. Per il rogo all'Ikea di Vilnius, il premier polacco Donald Tusk ha suggerito che potrebbe essere opera di un sabotatore straniero. Gli investigatori europei hanno già ipotizzato un potenziale coinvolgimento russo in un incendio doloso nella zona est di Londra, in un altro che ha distrutto il più grande centro commerciale della Polonia, in Baviera e per i graffiti antisemiti a Parigi.

L'allerta per i roghi dolosi in Europa, lo "zampino di Mosca"

I servizi di sicurezza di tutta Europa sono in massima allerta per quella che viene considerata una nuova arma di guerra della Russia: incendi dolosi e sabotaggi nei Paesi Baltici, in Germania, nel Regno Unito. Lo riporta il Guardian. Per il rogo all'Ikea di Vilnius, il premier polacco Donald Tusk ha suggerito che potrebbe essere opera di un sabotatore straniero. Gli investigatori europei hanno già ipotizzato un potenziale coinvolgimento russo in un incendio doloso nella zona est di Londra, in un altro che ha distrutto il più grande centro commerciale della Polonia, in Baviera e per i graffiti antisemiti a Parigi.

Lavrov: Stoltenberg ha oltrepassato i suoi poteri

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg «ha oltrepassato i suoi poteri» parlando dell'uso dei missili forniti dai Paesi Nato per colpire il territorio russo. Lo ha detto il ministro degli Esteri di Mosca, Serghei Lavrov, citato dalla Tass.

Le Pen: Macron vuole entrare in guerra con la Russia

La leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, ha accusato oggi Emmanuel Macron di voler «entrare semplicemente in guerra con la Russia», dopo le parole del presidente francese che vuole consentire l'uso di armi occidentali per «neutralizzare» basi militari russe. Una mossa - ha detto ai microfoni di France Info - che «sarebbe un ulteriore passo di coinvolgimento in questo conflitto» che «creerebbe un pericolo assolutamente catastrofico per la sicurezza dei nostri connazionali e per l'integrità del nostro territorio». La leader di estrema destra ha denunciato «meccanismi di ingresso in una guerra mondiale».

 

Attacco a infrastrutture in Crimea, danneggiati due traghetti

Un traghetto per auto e un traghetto ferroviario sono stati danneggiati da frammenti di missili abbattuti in seguito all'attacco dell'Ucraina alle infrastrutture nella portuale della Crimea, Kerch. Lo ha detto - riporta la Tass - il ministro dei trasporti della Crimea, Nikolay Lukashenko. «Due traghetti - uno per auto e uno per treni - sono stati danneggiati da frammenti di missili durante la repressione di un attacco alle infrastrutture di trasporto nella città di Kerch. I pannelli delle finestre sono stati danneggiati. Non sono state segnalate vittime né tra i marinai né tra i civili», ha detto Lukashenko. Il ministro ha detto che il servizio di traghetti riprenderà a funzionare dopo che saranno valutati i danni. Ha invitato la gente del posto a fidarsi solo delle informazioni provenienti da fonti ufficiali.

Mosca: "Ucraina perde fino a 190 militari al giorno"

Le Forze Armate dell'Ucraina hanno perso in un giorno fino a 190 militari, due carri armati T-64 e una stazione di guerra elettronica nella zona operativa del gruppo di forze russo «Ovest». Lo ha riferito alla TASS il capo del centro stampa del gruppo, Ivan Bigma. «Le perdite del nemico ammontano a 190 militari, due carri armati T-64, 11 veicoli, una stazione di guerra elettronica e 15 punti di controllo UAV», ha detto Bigma, aggiungendo che 'i sistemi di difesa aerea del gruppo hanno distrutto 7 droni'.

Ucraina, esplosioni segnalate a Kharkiv. Allarme antiaereo in molte regioni

Una serie di esplosioni è stata udita nella città di Kharkov, nell'Ucraina orientale. Lo ha riferito il portale di notizie Obshchestvennoye. In precedenza, i media ucraini avevano riferito che una serie di esplosioni avevano scosso la città di Dnepr. A partire dalle 02:10 ora locale, l'allarme antiaereo è in vigore nelle regioni del paese di Vinnitsa, Dnepr, Zhitomir, Kiev, Kirovograd, Nikolayev, Odessa, Poltava, Kharkov, Khmelnitsky, Cherkassy e Chernovtsy.

Zelensky: "Pronti ad ulteriori attività russe al fronte"

«L'Ucraina si sta preparando per ulteriori attività nemiche al fronte e comprende chiaramente quali compiti Putin assegni al suo esercito e per quale scopo. Gli risponderemo di sicuro». Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo discorso video notturno, riferisce Ukrinform. «Oggi ho ricevuto anche i rapporti dal comandante in capo, dal capo di stato maggiore e dal ministro della difesa sulla situazione attuale al fronte. L'attenzione è rivolta a tutte le direzioni, in particolare a Pokrovsk e Kurakhove nella regione del Donetsk, così come a Kupiansk e nella altre direzioni di Kharkiv», ha precisato Zelensky.

Guerra in Ucraina, le ultime notizie di oggi sul conflitto nell'Est Europa.

Mosca, nuove accuse alla Nato. Fsb: «Si stanno esercitando per attacchi nucleari contro la Russia». Cosa sta succedendo

Ultimo aggiornamento: 22:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA