Golfista uccisa a 22 anni, la confessione in un biglietto: «Sono stato io»

PER APPROFONDIRE: celia barquin arozamena, golfista
Celia Barquin Arozamena, golfista uccisa a 22 anni. La confessione in un biglietto: «Sono stato io»
Un omicido efferato, che ha scosso i fan del golf e il mondo intero lo scorso settembre. Celia Barquin Arozamena, 22enne spagnola, studentessa brillante e promessa del golf,  fu trovata senza vita su un campo del circolo di Coldwater Links, nella cittadina di Aimes, in Iowa. Per l’omicidio fu arrestato il senzatetto Colin Richards, che ora ha preso carta e penna ed ha scritto un biglietto agli inquirenti in cui si dichiara colpevole.

Jessica uccisa a 19 anni: «Il suo no a giochi erotici scatenò la furia omicida di Garlaschi»



«Vorrei occuparmi del mio caso, sarei disposto a fare qualsiasi cosa per chiudere il mio caso, anche dichiararmi colpevole se necessario. Grazie e scusate. Mi dichiaro colpevole». Queste le parole confuse contenute nello sconclusionato biglietto.

Dopo l’omicida di Celia Richards rientrò in un campo di senzatetto poco distante dal luogo dell’assassinio. Aveva il corpo pieno di graffi, ferite alla mano sinistra e gli fu trovato addosso un coltello. Qualche giorno prima di incrociare Celia il giovane confidò a un altro clochard la sua “voglia di violentare e uccidere una donna”, come emerse dalle indagini. 

Richards è in cella, in attesa di processo per omicidio di primo grado. La lettera è al vaglio dei magistrati.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 16 Marzo 2019, 11:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Golfista uccisa a 22 anni, la confessione in un biglietto: «Sono stato io»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti