Coronavirus: il lago è troppo invitante, la polizia lo tinge di nero per far rispettare la quarantena

Venerdì 3 Aprile 2020 di Giampiero Valenza

Il lago è troppo cristallino e tenta gli inglesi a fare una visita fuoriporta. Così la polizia fa la scelta di colorarlo di nero, proprio per cercare di rispettare il lockdown. Accade nella Laguna blu di Buxton, cittadina del Derbishire, nel Regno Unito.

Coronavirus, i sindacati: verso lo stop alla manifestazione del primo maggio
Coronavirus, la classifica degli esperti scientifici: competenza valore di riferimento

I poliziotti della città avevano notato come troppa gente visitasse, in tempi di quarantena, lo specchio d'acqua nato da una ex cava, frutto comunque di acqua inquinata. Il colore che sembra dare l'idea di uno spazio caraibico, a dir il vero è causato da un procedimento chimico causato dall'ossido di calcio. Inoltre, nel corso del tempo, è stato adibito a discarica. 

Gli agenti per cercare di dissuadere le persone ad andare alla cava hanno usato una tintura nera per far sembrare l'acqua meno attraente. E', questo, un modo che già usano da tempo perché non di rado, in passato, è capitato come qualcuno arrivasse a farsi il bagno lì, con quell'acqua che comunque causa danni e irritazioni alla pelle.

Ultimo aggiornamento: 16:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci