Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bambini morti per cesarei negati e cure sbagliate, rapporto maternità choc in Gran Bretagna

Il Ministro della Sanità Sajid Javid si è scusato personalmente con le oltre 1500 famiglie coinvolte.

Mercoledì 30 Marzo 2022
Gran Bretagna, rapporto choc sul reparto maternità: «201 bambini morti per cesarei negati e cure sbagliate»

Vent'anni di malasanità, tra cesarei negati e mancanza di cure adeguate. Sarebbe questa le causa della morte di 201 bambini e 9 madri nei reparti di maternità dell'azienda ospedaliera Shrewsbury and Telford Nhs Trust nell'Inghilterra centrale. Morti che, secondo gli esperti, sarebbero state evitabili seguendo le procedure mediche adeguate.

È il contenuto del rapporto choc che ha analizzato errori e negligenze dell'ospedale pubblico nell'arco di 20 anni (2000-2019), facendo emergere uno dei più gravi scandali di mala sanità della Gran Bretagna. Tanto che il Ministro della Sanità Sajid Javid si è scusato personalmente con le oltre 1500 famiglie coinvolte.

Danni celebrali nei neonati per mancanza di ossigeno

Secondo il rapporto, le vittime sarebbero state evitabili se si fossero seguite le procedure mediche nel modo corretto. Dall'analisi delle cartelle cliniche è emerso un numero impressionante di errori o violazioni delle regole, tra cui un ostinato rifiuto di cesarei o la mancanza di cure adeguate durante e dopo il parto oltre a numerosi casi di neonati che hanno subito gravi danni cerebrali a causa della carenza di ossigeno durante la nascita.

Boris Johnson ha promesso invesimenti nella maternità 

Tra le cause delle inefficenze, anche le stringenti esigenze di budget del servizio sanitario pubblico (Nhs). Per questo il ministro delle Sanità, Sajid Javid, ha presentato le proprie scuse in parlamento mentre il premier Boris Johnson ha sottolineato l'importanza di investimenti «sostanziali» nella maternità. 

Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA