Airbnb, scandalo videocamere nascoste: negli Usa le ha trovate un cliente su 10

Airbnb, scandalo videocamere nascoste: negli Usa le ha trovate 1 cliente su 10
Affittare un appartamento attraverso Airbnb e scoprire di essere stati ripresi - a nostra insaputa - da videocamere nascoste in ogni stanza, persino in bagno e in camera da letto. L'allarme - circolato finora attraverso singoli casi venuti alla ribalta - sarebbe in realtà molto più ampio del previsto, a giudicare da un sondaggio condotto negli Usa dalla società IPX, che rivela come almeno un intervistato su 10 abbia trovato sistemi video mimetizzati che trasmettevano o registravano le immagini più intime dei temporanei inquilini delle abitazioni prenotate attraverso Airbnb. Un serio problema di privacy che rischia di complicare il cammino della società fondata nel 2007 che punta nel 2020 a un maxi-sbarco in borsa con una valutazione stimata oltre i 30 miliardi di dollari.
Il sondaggio, condotto su oltre 2 mila utenti americani della piattaforma di affitti brevi, mostra come l'11% degli intervistati abbia scoperto sistemi video in aree proibite dalle norme di Airbnb che - nelle condizioni di policy definite sul suo sito - spiega di chiedere a chi mette a disposizione il proprio appartamento (gli host) «di indicare negli annunci tutti i dispositivi di sorveglianza presenti» spesso posizionati per verificare il comportamento e l'effettiva 'consistenza numericà degli ospiti.
Nonostante questa premessa, però, Airbnb vieta espressamente «qualsiasi dispositivo di sorveglianza posto all'interno di determinati spazi privati (come ad esempio camere da letto e bagni) o per il loro controllo, indipendentemente che ne siano informati o meno gli ospiti». Insomma, chi entra in un appartamento gestito da Airbnb deve sapere in partenza se e dove sono piazzati sistemi di videosorveglianza (comunque vietate nelle aree sensibili). Il problema - a giudicare dal 58% di intervistati che si dice preoccupato di violazioni della privacy - sta diventando sempre più scottante, anche se il 24% degli utenti afferma di accettare sistemi di videosorveglianza in salotto o in cucina.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Maggio 2019, 15:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Airbnb, scandalo videocamere nascoste: negli Usa le ha trovate un cliente su 10
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-05-20 21:11:35
serviranno per incrementare you porn e altri siti americani, sempre roba loro.
2019-05-20 14:29:33
....uuuhh, quante storie...ci sono Hotel in alcuni paesi dove ogni camera ha uno specchio magico, telefoni sorvegliati e tanto altro ancora: il controllo prima di tutto
2019-05-20 12:33:11
Come "LA Casa" del "grande fratello"? ma poi servono per "vedere che non facciano danni" o "spetteguless"? tutto dipende da "chi guarda"