Paillette, stelle di oro e di argento, pietre preziose: 5 look di luce per brillare durante le Feste

Mercoledì 22 Dicembre 2021 di ANNA FRANCO
Paillette, stelle di oro e di argento, pietre preziose: 5 look di luce per brillare durante le Feste

Su TikTok è virale il test dell'armocromia per capire quali sarebbero le nuance più adatte da indossare, in modo da far risaltare incarnato, sguardo e capelli.

Le palette sono divise in base alle quattro stagioni, ma c'è un qualcosa che si può dire senza tema di smentite stia davvero bene a tutte, soprattutto in questi giorni: brillare. Pioggia di pailette, cascate di pietre e schegge di felicità e stelle in qualsiasi sfumatura, ma meglio ancora se in versione oro e argento, non possono mancare in ogni outfit, ovviamente in giusta dose e senza creare delle sovrapposizioni troppo azzardate, perché di albero di Natale ne basta uno.

Anche la designer Alberta Ferretti, quando ha presentato la sua collezione per l'autunno/inverno, ha deciso di inserire una buona dose di sparkling tra i suoi capi, molto più di quanto faccia solitamente e ci racconta: «Da sempre amo giocare con luce e bagliori e, dopo il momento buio che abbiamo vissuto, ho voluto restituire un po' di gioia alle donne». E poi nei party non si può proprio fare altrimenti: «In questo periodo speciale mi piace l'idea di un capo o di un accessorio luccicante, ma sempre stemperato con qualcosa di basico e casual. Per esempio i pantaloni di paillette oro con effetto frange (Prezzo: 6.750 euro), che decisamente non passano inosservati, li ho abbinati, in passerella, a un maglione in morbido mohair nero». Mentre nella collezione estiva sono accostati a una semplice t-shirt blu. Insomma, per la stilista lo chic è fondamentale e le frange si muovono al ritmo di ogni passo, che si tratti di una semplice camminata o di un ballo scatenato, mentre la vita morbida allunga la gamba e non penalizza i fianchi. Ma bisogna ricordare la regola aurea: «Esageriamo, ma... con moderazione!», sottolinea con convinzione la Ferretti.

Se, invece, si vuole mettere in luce la parte superiore del corpo si può optare per un top, una maglia o, meglio ancora, per una giacca. Quella di Giorgio Armani si indossa da sola, con qualche goccia di profumo e un tocco di cipria perlescente sul decolleté. O, magari, con una semplice t-shirt. È un bolero che abbraccia il busto delicatamente con ricami all over di un prato notturno (Prezzo su richiesta). Con un pantalone maschile sarà semplicemente perfetta senza aggiungere altro se non uno chignon un po' spettinato e un sorriso.

Per chi, invece, coltiva la sottile arte della cura dei dettagli, il cerchietto bombato di Prada e ricoperto di pietre darà luce alla chioma e agli occhi (Prezzo:650 euro), mentre le mule di Roger Vivier reinterpretano il tacco boule strass creato da monsieur Vivier nel 1953 per Marlene Dietrich (Prezzo: 850 euro) e mettono in chiaro una cosa: di scarpe non se ne hanno mai abbastanza.

Infine, basta un maximaglione, ma il giusto paio di collant. Con perle, schegge dorate o piccole borchie: la collezione Special Edition di Calzedonia è una garanzia (Prezzo da 19,95 a 39,95).

«L'abbellimento elegante e appariscente deriva da comportamenti etologicamente molto antichi che si riscontrano anche tra gli animali più vari - spiega Riccardo Notte, professore di antropologia all'Accademia di Belle Arti di Brera - Alla base profonda, biologica, ci sono i rituali collegati a momenti cruciali della vita. Naturalmente, nell'uomo la parte biologica è, poi, esponenzialmente potenziata da quella culturale. In ogni caso il bello fuori dall'ordinario, il luccicante, il variopinto e l'esagerato servono come apparato per ingrandire, nobilitare ed esaltare la persona, che se ne serve anche per segnalare che il rito in questione crea un tempo separato dall'ordinario, in cui i soggetti sociali celebrano al massimo grado la propria libertà da vincoli o problemi. Si comunica uno stato di benessere e di appagamento. E il fatto che tutto ciò sia collegato alla prodigalità, al consumo spesso esagerato di cibi e vini o al rituale dei regali non è casuale. Ogni aspetto sottolinea emblemi di potere e indipendenza da vincoli. Chi può adornarsi, apparire, spendere e spandere, offrire senza richiedere la contropartita, mostra segnali di forza». Quindi nessun senso di colpa per quella irresistibile voglia di trasformarsi in gazze ladre. 

Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA