Tonificarsi alla sbarra, come ballerine: ecco gli esercizi del Barre and tone per una sferzata di energia

Mercoledì 29 Settembre 2021 di Maria Serena Patriarca
GettyImages

Voglia di remise en forme dopo qualche stravizio estivo?

Per affrontare l’autunno e la ripresa della stagione lavorativa al meglio ci possono bastare una sbarra (ma anche semplicemente una sedia o una panchina nel parco) e una palla. L’ultima novità in fatto di fitness e home wellness si chiama Barre and Tone, è davvero energizzante e piace molto alle signore di ogni età. Come spiega Claudia Ciolli, insegnante a Roma di questa disciplina e pioniera in Italia nel settore, «Barre and Tone combina la precisione del Pilates, l’allineamento del Vinyasa Yoga, la grazia e la tecnica del balletto, amplificandone i benefici con effetti sorprendenti per il corpo e la mente». Le sessioni di Barre and Tone, che la Ciolli ha messo a punto dopo anni di studio di Barre Concept a Londra, iniziano sempre con 10 minuti di riscaldamento a corpo libero, talvolta con l’ausilio di piccoli attrezzi, accompagnati da musica a 132 bpm. Poi si prosegue con il lavoro alla sbarra, dove la tecnica del balletto diventa fondamentale per tonificare glutei e gambe e allineare la colonna vertebrale.

IL PROGRAMMA

La seconda parte, la sezione “matwork” (a corpo libero sul tappetino), attinge allo yoga Vinyasa per posizioni più intense e potenti, che solitamente vengono utilizzate per tonificare anche addominali e braccia. «Nel programma – precisa Claudia –, a seconda della lezione, si può inserire l’uso di piccoli attrezzi come il roller foam, le elastic band o i pesetti, affinché la muscolatura si tonifichi ulteriormente e si allunghi». Il grande vantaggio del Barre and Tone è che, per chi desidera lavorare sulla silhouette, i grassi vengono bruciati senza correre, saltare o affaticare le articolazioni: senza dimenticare il benessere che si sprigiona a livello emotivo. «È una disciplina per tutte le età. Le mie allieve spaziano dai 16 ai 72 anni: sempre unite dalla voglia di migliorare la resistenza fisica aumentando la flessibilità», afferma la trainer, ed estrema attenzione viene dedicata al corretto allineamento del corpo, unito alla respirazione coordinata al movimento, evitando i rischi di lesioni e sforzi inutili. In quasi tutte le sessioni guidate da un’insegnante specializzata viene inserita una serie di esercizi posturali “propriocettivi”, utilizzati per migliorare la propriocezione dell’allievo stesso, ovvero la facoltà di percepire e prendere coscienza della posizione del corpo nello spazio, così come dello stato di contrazione dei muscoli, senza il supporto della vista, quindi ad occhi socchiusi. «Questo perché una riduzione della propriocezione negli arti inferiori rappresenterebbe un ulteriore fattore di rischio per le cadute, specialmente negli anziani», afferma Ciolli. Con l’allenamento regolare, dunque, non solo si lavora su un migliore equilibrio fisico, ma si pongono anche le basi per avere gambe più toniche, allungate e forti. Una lezione dura solitamente 60 minuti, a cui si possono aggiungere 30 minuti di pratica soft, come lo Yin Yoga, al fine di rigenerare completamente corpo e mente. Per fare gli esercizi a casa ci sono diversi tutorial YouTube, da seguire con attenzione senza mai “strafare”, e si possono utilizzare una sedia, il tavolo della cucina, una parete o, se siete in giardino o in un parco, un tronco d’albero o una staccionata. L’intenso lavoro in posizione eretta è utile per migliorare la muscolatura del piede e, dunque, per una corretta biomeccanica dell’appoggio; allo stesso tempo si tonificano quadricipiti e glutei senza carico sulla colonna vertebrale. Tutto questo permette di ottimizzare la postura, tonificare il corpo e conquistare gradualmente un portamento ottimale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 10:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA