Yamamay "per tutte", bufera
sul web: «Tutta una finta»

Lunedì 26 Agosto 2019 di Costanza Ignazzi

Si chiama "Everybody" e il concetto è quello gettonatissimo degli ultimi mesi: ogni donna è bella e sexy, che sia curvy, androgina, "petite" o sembri appena uscita da un dipinto rinascimentale. Anche Yamamay aderisce - un po' in ritardo - al leitmotiv all'ultima moda: nel nuovo spot la testimonial Georgina Rodriguez (fidanzata di Cr7) si cimenta in un balletto fasciata nei capi della collezione basic, insieme a tre altre modelle con diverse fisicità. O almeno così sembrerebbe.

Sui social infatti le reazioni non sono state del tutto entusiaste: anzi, sono in molte ad accusare il brand di aver sposato la tendenza body positive solo in apparenza e pure con scarsa convinzione. Il motivo? Le modelle non sarebbero abbastanza "imperfette": c'è Georgina, morbida e sensuale con il suo fisico alla Jennifer Lopez e c'è la curvy Becky Namgauds, coreografa e ballerina londinese, curvy ma con addominale scolpito in vista. Le altre 3 (Giulia Pauselli, Greta Zuccarello e Demi Rox Mensah, ballerine), indosseranno - se proprio vogliamo esagerare - una taglia M. Imperfezioni? Non pervenute. Cellulite? Nemmeno l'ombra. Smagliature? Non parliamone. Insomma, siamo lontani anni luce dalla pancetta in stile ragazza della porta accanto dell'ultima campagna H&M o dalle very normal modelle che hanno posato per Portraits, la nuova linea di Oysho. Aggiungeteci che sulla sezione "Acquista online" del sito Yamamay a sfoggiare l'intimo basic è un'indossatrice che non fa nulla per nascondere le costole, e la frittata (social) è fatta.
 


Instagram non ha tardato a insorgere: «Non fate finta di scegliere ragazze più formose per poi pubblicizzarle fisicamente perfette; per stupirci ci vuole molto di più, qualcosa di molto comune», scrive una follower su Instagram. «Perchè l'unica curvy è sempre dietro tutte le altre nelle foto?», si chiedono oltreoceano. Per farla breve, il concetto di "Everybody" pubblicizzato da Yamamay non ha convinto i più: «Se volete sembrare aperti, almeno fatelo bene», cinguetta internet, o forse dovremmo dire urla: «State scherzando? Nessuno in questo video è sovrappeso».
 

Una scelta, quella del brand, che probabilmente è facile spiegare se teniamo a mente lo scopo: pubblicizzare un intimo che non segni il fisico sotto i vestiti e quindi di fatto nasconda le imperfezioni. Ma qualcuno fa il passo successivo e sottolinea che l'unica modella nera indossa un completo che magari è "color carne" per le altre, ma assolutamente non per lei. «Se sei nera e vuoi metterti un color "nudo" non esiste», protestano in tante. E le XS? Nemmeno loro sono felici: «Dite di comprendere tutte le tipologie di fisico femminile, allora perché non fare i body taglia prima ma solo dalla seconda alla quarta?». Yamamay rimandato a settembre. Forse quello del 2020. 

Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 22:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA