Coloratissimi, corti o a pantalone: ecco gli abiti da sposa più belli del 2019

Martedì 16 Ottobre 2018 di Costanza Ignazzi

Colorati, floreali, tutti in trasparenza. Ma anche tubini, pantaloni, tute e perchè no, un occhio al royal wedding di Meghan Markle (e al suo abito Givenchy). D'altra parte, se lei è diventata principessa per davvero - o almeno Duchessa - non si capisce perchè le altre spose non possano sentirsi tali per un giorno. 

LEGGI ANCHE La scelta coraggiosa di Eugenie: una scollatura per mostrare la sua cicatrice
 

 

Alla Bridal Fashion Week di New York i più famosi marchi di abiti da sposa, da Monique Lhuillier a Pronovias, hanno dettato le tendenze per chi dirà "sì" il prossimo autunno. A suon di grandi classici come il pizzo e novità come i pantaloni che sì, possono essere femminili, anche davanti all'altare. Ma stile maschile a parte, le spose del 2019 non rinunceranno al romanticismo, con i modelli a bustino dalle ampie gonne e gli strascichi ricamati di Marchesa e i fiori colorati che tempestano i lunghi veli di Reem Acra. Fiori e pizzo anche per Pronovias, ma su una sposa ultra sensuale fasciata in modelli a sirena: perchè ok la favola, ma in salsa sexy è meglio. Tripudio anche di modelli discreti dallo scollo a barca, come Meghan Markle insegna: da Savannah Miller a Cushnie, l'abito Givenchy della bella sposa di Harry imperversa Oltreoceano.
 


Per chi si sente meno classica, però, non ci sono diktat. Ci sono, invece, gli abiti color pastello di Reem Acra, dal verde acqua all'oro, con le loro scintillanti gonne plissé: e c'è Vera Wang, con i suoi modelli di un caldo color beige o al limite celesti con dettagli di bronzo. Monique Lhuillier ricama fiori sulle tonalità del rosso per impreziosire il suo abito con balze in stile folk mentre dalle parti di Londra continua a regnare sovrano lo stile bohémien, come afferma convintamente Temperley, le cui spose sfoggiano corone di fiori e abiti con ricami hippie chic. 
 

E, visto che le spose del 2019 non hanno paura di nulla via libera al tubino: che sia in versione pizzo o anni '50 come il modello di Viktor&Rolf corto è chic, punto. O al pantalone, come quello di Peter Langner, o ancora alla tuta (leggi un po' estrema) di Pronovias: tutta di pizzo trasparente con tanto di velo. Catwoman non vedrebbe l'ora di indossarla.  
 

Ultimo aggiornamento: 23:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci