Pandora, stop a diamanti estratti: solo pietre "sostenibili"

Giovedì 6 Maggio 2021
Pandora, stop a diamanti estratti: solo pietre "sostenibili"

Pandora smetterà di utilizzare nelle sue collezioni diamanti estratti. L'azienda danese produttrice di gioielli, conosciuta in tutto il mondo, ha annunciato la svolta green come parte di una più ampia strategia di sostenibilità per eliminare le materie prime associate a metodi di produzione non etici. «L'obiettivo è rendere i gioielli con diamanti accessibili a un pubblico sempre più ampio - spiega Pandora in una nota- Il lancio segna un nuovo traguardo per Pandora che non utilizzerà più diamanti estratti, realizzati in modo sostenibile per il pianeta». La presa di posizione mira inoltre ad accontentare gli investitori, sempre più attenti alla sostenibilità nel mercato dei gioielli e a respingere le accuse mosse a molte aziende di utilizzare "blood diamonds", i cosiddetti diamanti insanguinati. Pandora, che in realtà usa relativamente pochi diamanti nella produzione - dei circa 85 milioni di gioielli prodotti nel 2020 solo 50mila pezzi contenevano diamanti estratti - si è quindi impegnata ad usare solo pietre preziose riciclate e a garantire la neutralità delle emissioni di carbonio entro il 2025.

Chiara Ferragni lancia il completo da runner, ecco il prezzo da capogiro. Fan delusi: «Bello ma troppo caro»

LA NUOVA COLLEZIONE - La società, con sede a Copenaghen, ha inoltre annunciato che intende lanciare nel Regno Unito la sua prima collezione utilizzando pietre prodotte in laboratorio, denominata "Pandora Brilliance". Con il lancio di "Pandora Brillianc", l'azienda mira a trasformare il mercato dei diamanti con prodotti sostenibili e a prezzi convenienti. «Sono un simbolo tanto di innovazione e progresso quanto di bellezza duratura e sono una testimonianza del nostro ambizioso e attuale programma di sostenibilità. I diamanti non sono solo per sempre, ma per tutti», ha affermato Alexander Lacik, ceo di Pandora.

Legambiente: anche l'economia circolare deve essere sostenibile

DIAMANTI SOSTENIBILI - I diamanti creati in laboratorio sono identici ai diamanti estratti, hanno le stesse caratteristiche ottiche, chimiche, termiche e fisiche e sono classificati secondo gli standard conosciuti come le 4C: cut, colour, clarity and carat (taglio, colore, purezza e caratura), precisa Pandora. La nuova collezione inoltre certificata CarbonNeutral secondo il CarbonNeutral Protocol, un quadro di riferimento globale per la neutralità delle emissioni di carbonio. La certificazione riguarda i gioielli, il loro imballaggio e il trasporto. I diamanti creati in laboratorio e utilizzati nella collezione sono stati coltivati con più del 60% di energia rinnovabile, mentre le emissioni di gas serra da energia non rinnovabile vengono compensate attraverso la certificazione CarbonNeutral. Il prossimo anno, quando Pandora lancerà la collezione a livello globale, i diamanti saranno realizzati utilizzando il 100% di energia rinnovabile, promette il gruppo e «in futuro, Pandora non utilizzerà più diamanti estratti per i propri gioielli». 

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA