Segreto di Stato, ecco a cosa serve e perché non vale per l'emergenza Covid

Domenica 9 Agosto 2020
Caro direttore,
le pongo solo una domandina... A cosa serve il segreto di Stato in un Paese democratico, o che si definisce tale?


Rolando Ferrarese
Cavarzere (Ve)


Caro lettore, 
il segreto di Stato esiste in ogni paese ed ha la funzione di impedire la divulgazione di una determinata notizia al di fuori di alcuni ambiti ben definiti e molto ristretti, per evitare che rendendola pubblica si possa mettere a rischio la sicurezza nazionale e la tenuta del sistema democratico. La violazione di questo vincolo è punita severamente. Applicare il segreto di Stato è una facoltà esclusiva del Presidente del Consiglio ed il segreto ha una durata di 15 anni ulteriormente prorogabili dal premier stesso per un periodo che non può comunque superare i 30 anni. Il segreto di Stato può essere imposto su molte materie ma viene sopratutto utilizzato per garantire la riservatezza su attività diplomatiche particolarmente delicate o sulle operazioni di intelligence.

In questi giorni il Presidente del Consiglio ha cercato di imporre e mantenere il segreto di Stato sull'attività del Comitato tecnico-scientifico ( Cts) durante l'emergenza Covid, sostenendo che la diffusione dei documenti e dei consigli degli esperti che affiancavano il Governo nella gestione della crisi sanitaria, avrebbe creato problemi di ordine pubblico. Una tesi di insostenibile debolezza che infatti è stata rigettata dal Tar costringendo alla fine Palazzo Chigi a rendere noti i documenti del Cts. E la loro lettura ha reso a tutti chiaro che la divulgazione di quei documenti i problemi li avrebbe creati non all'ordine pubblico, ma allo stesso Presidente del Consiglio. La cui credibilità ha subito infatti un duro colpo. © RIPRODUZIONE RISERVATA