La scienza dice che le razze non esistono, ma prosperano i razzisti, vecchi e nuovi

PER APPROFONDIRE: razze, razzisti, scienze
Egregio direttore,
pochi giorni fa è scomparso il genetista famoso per aver annullato con i suoi studi (aggiungo politicamente corretti) il concetto di razza. Come uomo qualsiasi mi chiedo:in tutto il regno animale esistono le varie razze, possibile che solo la specie umana ne sia un'eccezione? Morfologicamente mi pare evidente la differenza tra le diverse popolazioni. Come sportivo inoltre rilevo come ad alti livelli agonistici prevalga sempre una etnia (razza suona male) in base alle diverse discipline: nelle maratone gli africani (ma non tutti, specie etiopi, eritrei...), nell'atletica i neri nord americani, nel nuoto i bianchi occidentali etc. Infine come medico rilevo come certe patologie prevalgano in alcune popolazioni e non in altre. Ed a chi sostiene giustamente che il DNA umano è quasi uguale in tutti noi, rispondo che anche le scimmie antropomorfe hanno una comunanza genetica con noi del 97-98%, ma ciò non significa che siamo uguali! Ciò significa che anche dal punto di vista fisiologico non siamo perfettamente uguali. Per concludere, le razze umane esistono, com'è nella logica evolutiva darwiniana di tutti gli esseri viventi; se tuttavia si vuole cambiare termine per smarcarsi dalle abominevoli leggi razziali del 38, si può utilizzare il sinonimo etnia ma il concetto non cambia.

Roberto Bianchini
Treviso



Caro lettore,
la gentica ha stabilito che il termine razza non è scientifico perché gli uomini, nella loro evoluzione, non sono stati isolati geograficamente abbastanza a lungo da creare varietà genetiche distinte. Non ho certamente argomenti scientifici per contestare queste conclusioni a cui dopo anni di ricerche sono giunti gli studiosi e, in primis, Luca Cavalli-Sforza. Ma non mi interessa neppure. È del tutto evidente, per le ragioni che lei ricorda ma anche per molte altre, che anche se non appartengono tutti geneticamente alla stessa razza, gli esseri umani non sono tra loro uguali. Le differenze (etniche, culturali etc) ci sono e non sono un disvalore. Basta che nessuno cerchi di imporre le proprie sugli altri e basta che nessuno pretenda di cancellare le differenze in nome di uno errato concetto di egualitarismo. Perché se le razze non esistono i razzisti, vecchi e nuovi, continuano invece a prosperare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 7 Settembre 2018, 14:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La scienza dice che le razze non esistono, ma prosperano i razzisti, vecchi e nuovi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 44 commenti presenti
2018-09-08 14:36:57
Credo che pochi, in realtà, conoscano la differenza fra specie e razza o etnia che dir si voglia. La questione quindi non è tanto di natura scientifica quanto storica e politica. Se a nessuno fosse mai venuto in mente nella storia di far discriminazioni etniche, oltre che religiose, supponendo la superiorità di un'etnia, o razza, rispetto a un'altra, o di una religione rispetto a un'altra, agendo di conseguenza con emarginazioni, persecuzioni e massacri, non saremmo qui a discettare di queste cose. Ma attenzione a non produrre altri danni per tentar di porre rimedio ai danni fatti in passato: se farsi la guerra in nome di differenze di razza o di etnia o di religione per coprire altre ragioni di natura politica o economica è da condannare senza se e senza ma, è altrettanto da condannare la volontà di annientare le differenze stesse dando vita a un uomo meticcio senza caratteristiche peculiari, senza identità, senza storia, senza cultura, senza un suo habitat, un uomo-robot asservito a una ristretta cerchia di illuminati, di oligarchi dell'industria e della finanza padroni del mondo. Tale, a dirla in soldoni, è l'insano progetto della globalizzazione.
2018-09-08 13:43:18
Per esempio , se si dice che ha sembianze "caucasiche",cosa si intende ? (forse che e' diverso da un asiatico ? ; che e' diverso da un africano ? ....)
2018-09-08 13:32:20
Per quanto riguarda l'uomo mi piace....non domando mai di che razza è una persona, quando è della specie umana di peggio al mondo non ce n'è.....
2018-09-08 13:12:37
... le raaae non ci sono. ma esistono.. si chiama evoluzione della specie.. è la scienza che perde colpi.. un po spontaneamente ( evoluzione all'incontrario ) ed il resto " spintaneamente " sotto l'effetto di devastanti ideologie progressiste .. la scienza è un po come la magistratura può dire tutto e il contrario di tutto in quanto insindacabile.. fino ad ieri ero di razza caucasica oggi senza adarne fiero.. dopo le discussioni di oggi sono un fiero caucasico.. l'uomo sapiens è quello che mette in dubbio ogni cosa.. il sapiens bis è invece quello che ha la verità in tasca.. beatosfortunato lui.. l'abete bianco è un albero ma non è l'abete rosso e neppure un faggio.. che sia stato l'uomo ( o la natura ) ha selezionarlo..
2018-09-08 21:45:58
Per carità... p.s. : ho usato i TRE puntini di sospensione per indicare l'imbarazzo che provo nel leggere un discorso così inconcludente. I DUE puntini di cui lei abbonda non esistono nella grammatica italiana (i due punti hanno invece un'altra funzione). Potrebbe cominciare ad usare correttamente le virgole, a meno che non le abbiano fatto qualcosa. Oppure il punto qualora decidesse di mettere una fine allo sproloquio.