Migranti, serve una strategia perché l'ignavia è peggio dell'indifferenza

Caro Direttore, abbiamo la ripresa economica? Il governo sta facendo bene? Il debito pubblico sale? La disoccupazione anche ? Gli immigrati sono un problema? Tre bambini sono morti. Questa lettera venga completata da altri. Tutto il resto è un cumulo di fandonie che ci raccontiamo per giustificare il nostro egoismo e la nostra indifferenza.

Paride Antoniazzi
Conegliano (Tv)


Caro lettore, raccolgo la sua provocazione e provo, come lei chiede, a completare la sua lettera. Tre bambini sono morti. È vero. Ed è una tragedia immensa. Anche perché sappiamo che non sono i primi e purtroppo siamo anche consapevoli che purtroppo non saranno gli ultimi. Altri probabilmente ne moriranno. Vittime del nostro egoismo e della nostra indifferenza, dice lei. Forse ha ragione. Ma le faccio io una domanda: la solidarietà senza se e senza ma, le porte aperte a tutti, la totale libertà di azione alle ong hanno evitato che in questi anni il Mar Mediterraneo diventasse un tragico teatro di morti e sofferenze? Non mi sembra. E allora forse dobbiamo convincerci che di fronte agli imponenti flussi migratori che dall'Africa porteranno in Europa centinaia di migliaia di uomini e donne i buoni sentimenti e la solidarietà da sole non bastano. Serve una strategia. Serve la politica. Sopratutto non si può scaricare il problema solo su alcuni Paesi com'è avvenuto fino adesso. C'è qualcosa di peggio dell'indifferenza. È l'ignavia. Fingere che il problema non esiste o riguarda solo gli altri. Se questo continuerà ad essere l'atteggiamento prevalente dell'Europa e di tanti paesi europei, purtroppo dovremo contare ancora molti morti. Non so se lei considera queste mie parole delle fandonie. A me non sembra lo siano. E la realtà di tutti i giorni credo mi dia qualche ragione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 1 Luglio 2018, 15:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, serve una strategia perché l'ignavia è peggio dell'indifferenza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2018-07-03 07:24:05
Nelle conclusioni del vertice Ue "vedo una certa fermezza e la fine di una certa ingenuità" sulla questione migranti. Lo ha detto il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, ai microfoni dell'emittente francese Cnews. "Per molto tempo - ha spiegato - si è guardato soprattutto all'aspetto umanitario, e non a quello dei gruppi criminali che si arricchivano su questa miseria umana, prendendo in ostaggio morale l'Europa".
2018-07-03 00:22:25
La natura prende sempre la sua rivincita!La medicina occidentale ha ridotto la mortalita' infantile in Africa,ma ha scatenato un'esplosione demografica che se non combattuta distruggera' l'Occidente.E' la solita storia dell'apprendista stregone.Bisogna andarci piano con la Natura!
2018-07-03 00:19:26
Non serve fare appello al buon cuore, al Cristianesimo, o alla solidarietà socialista o comunista, non servono le immagini di bambini annegati, la maggioranza dei nostri concittadini ha già scelto, qualcuno in nome della razza, qualcun'altro in nome della sicurezza pubblica, altri ancora difendendo le periferie degradate, e in nome di altri cento motivi, ma se fate caso nessuno di questi nostri campioni di altruismo tira la cinghia, o non arriva alla fine del mese, sono sempre dei benestanti che temono di vedere diminuire il proprio tesoretto, sia esso un appartamento o semplicemente diretti concorrenti per il sussidio di cittadinanza. La cosa è più semplice di tutte le paure indotte da una sapiente regia, e anche i più razzisti sanno che questo processo, volenti o nolenti, saremo costretti a subirlo, pertanto non servono a nulla isteriche prese di posizioni o populistiche propagande felpate, si fa quel che si può e il buon Minniti ha già fatto il 70 % del lavoro, e quella è la strada saggia e giusta da seguire.
2018-07-02 19:33:51
... la lettera è già completata.. fico plaude. sora laura incensa e francesco santifica.. gli italiani si dividono in due categorie.. italiani e non...
2018-07-02 16:54:48
linomestre, cerchiamo di smetterla di paragonare i nostri emigranti con quelli che ci arrivano dall'africa. i nostri erano non solo richiesti, ma erano i benvenuti. appena arrivavano avevano subito casa, di solito presso parenti o amici, e lavoro e tempo una settimana erano già in azienda. poi che morissero o per malattia, di gastroenterite si moriva anche in italia a quel tempo, o per malavita questo succedeva dappertutto. i migranti africani pagano per venire in europa ma i soldi non vanno a chi organizza il viaggio o gli dà alloggio, vanno tutti alla malavita. metterli su un gommone fatiscente e mollarli in mezzo al mare non è il sistema migliore per far viaggiare delle persone. a questo punto propongo di andarli a prendere direttamente sulla costa libica o a casa loro se vi danno fastidio i morti annegati.