Le folli gesta di Luca Traini e gli errori di analisi, storica e politica, della sinistra

PER APPROFONDIRE: luca traini
Caro Direttore
credo che i fatti di Macerata rappresentino in questa fase elettorale il classico ultimo chiodo sulla bara della sinistra. Invece di inquadrare Luca Traini per quello che è, e cioè un problema di psichiatria criminale, pur gravissimo, dai centri sociali al Pd si sono convinti di essere nell'Italia del 1922, alla vigilia di una nuova marcia su Roma. 
Sperando forse con l'antifascismo militante di distogliere l'attenzione dai problemi dell'immigrazione, sentiti soprattutto nelle periferie dimenticate. Io ritengo che gli italiani vorrebbero semplicemente sentire i nostri politici di sinistra ammettere di aver sottovalutato le implicazioni sociali ed economiche della politica delle porte aperte a tutti gli stranieri. Invece si sentono riproporre continuamente il disco rotto dell'Italia accogliente contrapposta ad un'Europa becera e razzista. Avranno tempo di riflettere dal 5 marzo sullo smottamento a destra del Paese.


Ivana Gobbo
Abano Terme


Cara lettrice, 
se quello di Luca Traini è un caso di psichiatria criminale lo decideranno i medici e i tribunale. Le sue frequentazioni e le letture di cui si nutriva, primo fra tutti il Mein Kampf di Hitler, ci fanno pensare per ora a un nazista invasato e pericoloso.

Ma ciò non toglie che usare i fatti di Macerata e le folli gesta di questo estremista criminale per alimentare l'idea di un Paese alla vigilia di una restaurazione neofascista è un grave errore di valutazione storica e politica. Le intolleranze e i razzismi vanno combattuti con rigore e vigore. Ma la democrazia italiana non è messa a rischio dai Luca Traini ma dall'incapacità di capire i problemi, di comprendere le paure e i disagi delle persone e di dare a loro delle risposte efficaci. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 13:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Le folli gesta di Luca Traini e gli errori di analisi, storica e politica, della sinistra
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 36 commenti presenti
2018-02-13 16:34:18
Per karniet delle 12.08 . Ordine , Pulizia , Lealta' e Fedelta' erano presenti anche nella Unione Sovietica al tempo di Stalin . In maniera piu' decisa che nell' Italia del ventennio , rimpiange anche quei bei tempi o magari , gia' che ci siamo , si vuole ispirare a Pol Pot e i Kmer Rossi ?
2018-02-13 12:08:41
Vorrei vedere i sinistri, che vaneggiano in questo foro, Cosa farebbero se un loro famigliare, parente o amico viene squartato da uno delle loro amate risorse. Voglio anche ricordarvi che Mussolini e Hitler erano socialisti. Ergo, sinistri come voi. Con la differenza che loro amavano virtù come ordine, pulizia, lealtà, fedeltà ecc., cose a voi sconosciute.
2018-02-13 12:53:27
eppure, al martedì, gli ambulatori sono aperti..
2018-02-13 16:27:53
Loro amavano ordine, pulizia, lealtà, fedeltà ecc ... Milioni di persone internate e uccise perche' disordinate , sporche , sleali e infedeli . Mi sembrava che fossero altri i motivi . Dopo 70 anni in pace e al calduccio delle proprie case , sicuri che eventuali antipatie di razza , credo e tendenze sessuali non diano fastidio a chi ti governa tutto appare in una altra prospettiva .
2018-02-13 09:53:05
le periferie sono abbandonate perchè questa è la volonta' di chi vuole controllarle, le periferie. Delinquenza locale che spadroneggia, spesso supportata dalla popolazione autoctona. Nulla c'entrano gli immigrati ( specialmente quelli arrivati negli ultimi tempi )