Abbiamo raccolto oltre 470mila per l'ospedale di Padova: 380mila già consegnati, per altri 97mila aspettiamo che...

Mercoledì 8 Luglio 2020
Caro direttore, 
nel mese di aprile 2020, aderendo all'invito del vostro giornale rivolto a cittadini di buona volontà che avessero voluto contribuire alla sottoscrizione destinata all'Azienda Ospedaliera di Padova, ho dato il mio modesto contributo. Avrei avuto piacere leggere come sono stati impiegati questi soldi, non per curiosità, ma per essere stato compartecipe a questa vostra lodevole iniziativa. 
Giancarlo Canziani
Venezia
Caro lettore,
innanzitutto grazie a lei e ai moltissimi lettori che hanno partecipato alla nostra raccolta fondi. Già in due occasioni abbiamo dato conto sulle pagine del giornale di come erano stati impiegati i soldi fino a quel momento versati. La sua lettera ci dà la possibilità di fare di nuovo il punto della situazione. Complessivamente abbiamo raccolto oltre 470mila euro. La prima tranche di 150mila euro è stata, attraverso bonifico, messa a disposizione dell'Azienda ospedaliera di Padova il 25 marzo e, come recita la lettera firmata dal direttore generale Luciano Flor, è stata usata per «l'acquisizione di quattro sistemi di ventilazione polmonare, necessari per l'attivazione di tre posti letto di terapia intensiva». Una seconda tranche di 230mila euro è stata messa a disposizione, sempre attraverso bonifico, il 2 aprile ed è stata utilizzata, come spiega la lettera dell'Azienda ospedaliera, «per dotare le strutture di rianimazione destinate a pazienti Covid-19, dislocate in diversi punti del complesso ospedaliero, di tre apparecchi radiologici portatili che ci permettono di lavorare con la massima duttilità nel percorso di cura della malattia». Da metà maggio stiamo cercando di consegnare all'Azienda ospedaliera un'ulteriore somma di 97mila euro. Purtroppo, fino ad ora, ciò è stato impossibile. So che può sembrare un po' assurdo, ma i soldi continuano a giacere sul conto corrente della banca che ci ha affiancato nella raccolta fondi. Le numerose sollecitazioni che ho personalmente inviato al direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Padova, Luciano Flor, non hanno prodotto sinora alcun effetto. Sono rimaste lettera morta. Speriamo, come immagino, che si tratti di un fatto tecnico. Ma è un po' triste constatare come anche la solidarietà talvolta possa infrangersi contro i muri della burocrazia. Naturalmente appena riusciremo a consegnare all'Azienda ospedaliera anche questi 97mila euro, informeremo i lettori, spiegando come sono stati utilizzati anche questi soldi. © RIPRODUZIONE RISERVATA