Ma Juncker è poco credibile quando si pente per la politica di austerità della Ue

PER APPROFONDIRE: austerità, juncker, unione europea
Caro direttore,
il Presidente Juncker ha recentemente dichiarato che l'austerità probabilmente è stato un errore. Il Presidente Bce Mario Draghi ha detto che la crisi economica è durata e forse durerà più del previsto. La Premier Teresa May è stata bocciata sulla Brexit. La verità è che in questo contesto storico nessuno sa come evolveranno le cose e come al solito l'umanità procede per prove ed errori. E mentre si sbaglia e poi si corregge, si ri-sbaglia e poi si corregge di nuovo speriamo che non arrivi l'errore fatale che non si potrà più correggere.

Lino Renzetti
San Donà di Piave (Venezia)



Caro lettore,
questa che stiamo vivendo è una fase di grandi cambiamenti. Sbagliare e correggere la rotta per chi è chiamato a governare sistemi complessi è nell'ordine delle cose. Ma le parole di Juncker mi sembra rispondano a un altro tipo di esigenza. Se il presidente Juncker dichiara oggi che l'austerità forse (forse??) è stata un errore è sopratutto perché fra pochi mesi si vota per il nuovo Parlamento europeo e i sondaggi sono assai poco favorevoli nei confronti delle forze politiche e dei leader che, come lui, hanno guidato e condiviso la politica economica a trazione tedesca di Bruxelles. Comunque meglio tardi che mai: ma Juncker sarà credibile in questo suo tardivo pentimento se alle parole seguiranno i fatti. Altrimenti questa sua autocritica avrà un solo risultato: minare ulteriormente la credibilità della Commissione europea.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Gennaio 2019, 13:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ma Juncker è poco credibile quando si pente per la politica di austerità della Ue
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-01-18 09:25:22
L'unico modo per salvare questa europa e uniformarne la fiscalita. Non e tollerabile che aziende e gruppi Italiani o Tedeschi o Francesi abbiano la sede in Luxembourg o in Olanda per pagare meno tasse. Facendo cosi i paesi ricchi (che possono tassare meno) diventano sempre piu ricchi e "solidi" mentre quelli piu esposti, sempre piu poveri ed indebitati. Dove e l'equita in questo? Un europa che vuole portare mezza Africa da noi mantenendola e non ha nessuna attenzione per chi in europa e in difficolta.
2019-01-17 20:41:02
karsten juncker?
2019-01-17 18:14:30
... per pagare e morire c'è sempre tempo.. la terra imploderà di certo ma non per colpa di yunker, draghi o berlusconi ma per colpa della mancata politica di governo demografico e conseguente criminale distruzione delle risorse naturali disponibili..
2019-01-17 18:05:34
A quel tempo, Juncker e Merkel erano pieni di fame e avidità nei confronti della Grecia. Non hanno mai avuto un briciolo di cuore nel momento di depredare e portare alla fame quel popolo. E nemmeno con noi con la Legge Fornero e le schifezze del pareggio di bilancio. Ora non si sono pentiti: l'aria cambia e pure loro da camaleonti si adeguano per rosicchiare qualche voto. Siete stati e siete dei diavoli e sinceramente spero che il popolo greco non vi perdoni mai.
2019-01-17 17:48:24
Pensate che anche il Senatore a vita, ex Presidente del consiglio e Principe dell'auserity Mario Monti è riuscito a dire in tv che uno Stato può anche fare deficit per compensare le oscillazioni dei cicli economici e per fare investimenti strutturali... ma bravo ! Ora ce lo dici... dopo aver devastato e affamato il Paese nel nome dell'inutile rigore economico...