Il nuovo governo andrà giudicato sui fatti: i giudizi devono prevalere sui pregiudizi

PER APPROFONDIRE: governo, lega, m5s
Buongiorno Direttore, 
abbiamo fatto tabula rasa di tutta la vecchia classe politica e ricominciamo ex novo. Sinceramente io non lo avrei fatto, perchè ho 80 anni e non vedo ragioni per fidarmi dei giovani più che dei vecchi. Però così hanno voluto gli italiani e così va bene. Ma ora lasciamoli lavorare: non ricominciamo con la campagna elettorale continua, con le critiche a priori e con gli sgambetti ad ogni piè sospinto. Avremo tempo e modo di valutare e se del caso rimandarli a casa. Ora tocca a loro governare e a noi dargli fiducia.


Enrico Mazza
Padova


Caro lettore, 
le sue mi sembrano sagge parole. Ho già avuto modo di scrivere che in politica i giudizi devono prevalere sui pregiudizi. E questo è uno dei momento in cui è necessario farlo. La nuova compagnie governativa, fresca di giuramento, è il frutto di un percorso assai tormentato e il risultato di un'alleanza tra forze politiche per molti aspetti antitetiche. È dunque del tutto legittimo porsi domande, nutrire dubbi e perplessità. Non ci si può nascondere che su questioni importanti, dentro il governo guidato da Giuseppe Conte, convivono posizioni e sensibilità politiche assai diverse, quando non opposte. Basti pensare al tema strategico delle infrastrutture che riguarda molto da vicino anche il Nordest (Pedemontana e Mose). Su questo fronte, quando sarà il momento delle scelte, prevarrà il pragmatismo della Lega o avranno la meglio le posizioni No Tav e No tutto care a tanti esponenti 5Stelle? È inutile fare il processo alle intenzioni, bisognerà verificare nel concreto. Su questo come su altri temi. Un fatto è certo: con le elezioni del 4 marzo il popolo italiano ha espresso una chiara volontà di cambiamento. Al governo sono andate quelle forze politiche che più di altre hanno saputo intercettare, sul piano dei consensi, questa domanda. Ora per loro è il tempo di passare dalle parole e dalle promesse ai fatti. Perchè alla fine è su questo che la politica, vecchia e nuova, va misurata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 2 Giugno 2018, 13:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il nuovo governo andrà giudicato sui fatti: i giudizi devono prevalere sui pregiudizi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-06-04 20:04:14
se non vanno d'accordo è peggio per loro. difficilmente avranno una seconda possibilità e questo lo sanno. poi che al loro interno ci siano diverse anime è normale, c'erano anche nei governi precedenti solo che lì la maggioranza era succube della minoranza e ci siamo beccati leggi da sodoma e gomorra.senza parlare di proliferazione della malavita.
2018-06-03 11:11:29
Troppo facile prendersela con questo duetto che minuetta in propaganda elettorale perenne, mi sa che la baldoria è davvero finita…
2018-06-03 10:34:00
Primo fatto: l'IVA aumentera' nuovamente dal 22% al 24,2%! HAHAHAHAHAHA!!!...
2018-06-04 14:40:24
Secondo fatto: L'italia sequestrerà tutte le armi nucleari americane e dichiarerà guerra agli states!!!!
2018-06-04 14:45:27
Sara' anche vero, pero' non faccia "pregiudizi" e sia piu' ottimista. aspettiamo... glielo dice un sinistro.