L'edicola chiusa nella stazione di Santa Lucia è un simbolo del declino di Venezia

PER APPROFONDIRE: chiusura, edicola, stazione, venezia
Egregio direttore,
sabato scorso sono rientrato da Venezia , città che amo profondamente e meta per me abituale ormai da quarantanni. Sono rimasto assolutamente stupito nel rilevare la chiusura dell'edicola sita nella stazione di Santa Lucia. Ho provato a chiedere agli esercenti dei negozi vicini, il perché di tale situazione. Mi è stato riferito che la chiusura è avvenuta a causa di un considerevole aumento del canone di locazione. Ovviamente mi è impossibile stabilire se questa motivazione corrisponda o meno alla verità. Certo lascia non poche perplessità il dover prendere atto che, nella stazione ferroviaria dove transita tutto il mondo sia impossibile comprare un giornale, una rivista, una guida o una cartina. Forse la società Grandi stazioni potrebbe spiegare quanto avvenuto e fino a quando si protrarrà questa situazione quantomeno anomala.


Pier Francesco Veronica
Novara


Caro lettore, 
più che anomala, definirei questa situazione incredibile e anche scandalosa. 
Non credo esista in Italia (e temo neppure in Europa) una stazione ferroviaria dell'importanza di quella di Santa Lucia priva di un'edicola o di un luogo dove acquistare un giornale o una guida. Ma a Venezia nel 2018 può succedere anche questo. Per quanto abbiamo potuto verificare le ragioni della chiusura del negozio che all'interno della stazione vendeva anche quotidiani e periodici, sono esattamente quelle che le sono state indicate degli esercenti vicini: il considerevole aumento del canone di locazione. Lo stesso motivo che, nel centro storico della città lagunare, ha costretto ad abbassare le serrande a molti negozi tradizionali a vantaggio dell' apertura dell' ennesimo venditore di cineserie o di cibarie varie. 

Un impoverimento del tessuto, non solo commerciale, veneziano che avviene nel disinteresse dei più. La chiusura dell'edicola a Santa Lucia è solo una tappa di questo declino. Che nessuno, nei fatti, sembra voler davvero arrestare. Un gesto per restituire un'edicola a Santa Lucia sarebbe, anche in questo senso, un segnale importante. Speriamo che qualcuno se ne faccia carico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 30 Gennaio 2018, 15:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'edicola chiusa nella stazione di Santa Lucia è un simbolo del declino di Venezia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2018-01-31 13:20:44
i 20 miliardi in piu' nella Regione veneta finirebbero, come a Roma, nelle tasche dei politici
2018-01-31 13:18:15
Egr. Direttore, non è cosi'raro, La informo che anche la stazione F.S di Vicenza è da anni senza edicola...non sara' S. Lucia ma un certo movimento di viaggiatori c'è...
2018-01-31 11:50:24
Sapete quante cose buone si possono fare con 20 miliardi/anno in più nel bilancio dello Stato Veneto? Purtroppo attualmente i cittadini veneti preferiscono a dare i 20 miliardi in pasto ai neo-savoiardi di Roma.
2018-01-31 13:21:07
Vorrebbe ripristinare forse la marcia oligarchia della "serenissima"? In veneto si fece festa quando calo' le brache davanti a Napoleone!
2018-01-31 21:41:28
Sì, voglio ripristinare il potere dei MIGLIORI. Nessuno vuole l'oligarchia nel senso negativo.