Qualcuno continua a pensarlo, ma il Covid non è una semplice influenza. Come dimostrano questi dati

Sabato 4 Dicembre 2021
3

Egregio direttore,
ma perchè lei e i suoi giornalisti non guardate i dati del portale Agenas sulloccupazione delle terapie intensive? Scoprirete che siamo ai livelli d una normale influenza stagionale. Nonostante questo, appena accendi la tv o leggi un giornale ti sembra sia in corso l' apocalisse. Voi in questo modo state provocando una catastrofe economica e sociale. Riguardatevi i titoli dei giornali del 2016 /2017/2018. Vi troverete lo stesso allarmismo dovuto però alle influenze stagionali e alle loro varianti.

E.V.Treviso

Cara lettrice,
proprio perché i dati li guardiamo e li valutiamo, abbiamo la ragionevole certezza di ritenere che, purtroppo, il Covid non sia, come sostengono alcuni, poco più che una normale influenza stagionale. La invito a considerare questi pochi, ma eloquenti numeri. Se consideriamo gli ultimi 20 anni, i più elevati picchi di incidenza dell'influenza in Italia si sono registrati proprio nel 2017-2018. Ebbene, secondo il rapporto Epidemiologico Influnet dell'Istituto superiore di Sanità, nel periodo settembre 2017-febbraio 2018, in Italia ci sono state 472 persone ricoverate in terapia intensiva a causa dell'influenza e 78 di loro sono morte. Facciamo un confronto con la situazione attuale. Solo l'altro ieri, giovedì 3 dicembre 2021, in Italia sono morte 72 persone ricoverate in ospedale per il Covid e 698 erano curate in reparti di terapia intensiva. In altre parole: in una sola giornata del 2021 i decessi per Covid sono stati poco inferiori a tutti quelli registrati in cinque mesi nel 2017-2018 per l'influenza: 72 contro 78. Lo stesso vale per le terapie intensive: nella giornata di giovedì risultavano intubati per il Covid circa il 50% di malati in più di tutti coloro che nel semestre 2017-2018 avevano registrato gravi sintomi a causa dell'influenza di stagione ed erano stati essere ricoverati in terapia intensiva. A questo punto, la domanda che dobbiamo porci è: si può, alla luce di questi numeri, sostenere che siamo di fronte non a un virus micidiale, ma una normale influenza stagionale? Si può affermare che i dati sul Covid e le sue conseguenze siano ingigantiti ad arte e che gli organi di informazione siano una delle principali cause della difficile situazione che stiamo vivendo? Ovviamente si può. Esattamente come si può sostenere che la terra è piatta o che, con i tamponi, vengono inoculati sistemi di controllo nel corpo delle persone. Ma i numeri (e la realtà) dicono un'altra cosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA