Il virus non può essere un prodotto dell'ingegneria genetica, perché solo la natura sa essere così perfetta

Sabato 28 Marzo 2020
2
 Egregio Direttore,
anche Lei come altri suoi colleghi non mette in dubbio che il virus sia fuoriuscito da qualche laboratorio, ma basterebbe cercare su alcuni siti (non su fb di sicuro) che già da anni c’era preoccupazione per una possibile fuoriuscita di virus creati in laboratorio.
Il problema è che forse nessuno guarda queste fonti certe perchè sono solo in Inglese? Ho la sensazione che come per le mascherine ci sarà una marcia indietro su questa certezza che il virus sia naturale come scrive anche lei nella edizione odierna. La cosa preoccupante è che anche esperti virologi non abbiano fatto qualche piccola ricerca prima di emettere il verdetto.

Claudio Canton

Caro lettore,
anche sui siti c’è chi sostiene che la terra non è rotonda ma piatta e che l’attentato dell’11 settembre è stato organizzato non dalle forze radicali islamiche ma dagli Stati Uniti. La tesi che il virus non sia naturale ma sia creato in laboratorio se non è figlia di teorie complottiste, è figlia della nostra incapacità di comprendere ed accettare che la natura non è sempre dominabile dall’uomo, ha una forza superiore e talvolta, come in questo caso, anche sconosciuta. Qualcuno continua a rifiutarsi di prenderne atto e preferisce convincersi che l’uomo sia l’inizio e il fine di tutto. Anche di un virus micidiale come questo. In ogni caso, ecco le conclusioni a cui è giunto il più recente studio sul Covid 19. Lo hanno elaborato gli studiosi dello Scripps Institute di La Jolla in California e lo ha pubblicato la prestigiosa rivista “Nature”. La conclusione a cui sono giunti è netta: “Confrontando i dati genetici ad oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus, possiamo risolutamente determinare che il Sars-CoV-2 si è originato attraverso processi naturali”, ha scritto il coordinatore dello studio Kristen Andersen. Le ragioni che hanno portato gli scienziati americani a questa assoluta convinzione sono ovviamente molto complesse dal punto di vista tecnico. Ma, in estrema sintesi, gli studiosi dello Scripps Institute, analizzando il processo infettivo, hanno verificato che il legame molecolare che è alla base dell’aggressività del Covid 19 è talmente perfetto che non può che essere il risultato di una selezione naturale e non un prodotto dell’ingegneria genetica. E questo ci rimanda al tema iniziale: la potenza della natura contro cui l’uomo talvolta si trova ad essere debole o indifeso. Anche se in molti non vogliono farsene una ragione. © RIPRODUZIONE RISERVATA