L'Africa non è stata ancora toccata dal coronavirus, ma è il fronte che preoccupa di più gli esperti

Giovedì 13 Febbraio 2020
1
Caro direttore,
non voglio creare nuovi allarmismi o sembrare un portatore di sventura. Mi sembra strano però che in Africa, continente in cui la presenza di operatori cinesi è elevata non sia stato rilevato alcun contagio. Mancanza di controlli o qualcosa di peggio? Desidererei avere una sua opinione.
Dario Verdelli
Villorba (Treviso)

Caro lettore,
purtroppo il suo non è allarmismo. L'Africa, insieme all'America del Sud, è finora l'unica parte del mondo non ancora toccata dal coronavirus. Tuttavia per gli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il fronte africano è uno dei più delicati e preoccupanti. La ragione è duplice. La Cina in questi ultimi anni ha investito in modo massiccio sull'Africa e sono quindi molto numerosi i cittadini cinesi che, per affari o per turismo, visitano o soggiornano, per periodi più o meno lunghi, in quel continente. Un inteso rapporto di interscambio che, in questo momento, rappresenta un oggettivo fattore di rischio. Ma c'è una seconda e più importante ragione da considerare. La grande maggioranza dei paesi africani non dispone di strutture sanitarie, di laboratori di analisi e di politiche di prevenzione adeguate. In Africa, con poche eccezioni, non c'è la possibilità di mettere in atto efficaci azioni di contrasto nè di diagnosticare per tempo il coronavirus o di organizzare le quarantene. In caso di contagio il virus potrebbe dunque diffondersi rapidamente e dall'Africa espandersi poi ad altre aree del mondo. Come difendersi? L'unica soluzione è l'intervento della cooperazione internazionale e di organismi come l'Oms che però non hanno il potere di guidare o gestire le politiche sanitarie dei singoli paesi. Possono consigliare o suggerire. Non aiuta, in tutto questo, la politica del governo cinese, che continua a non fornire dati reali sulla diffusione del virus. Ultimo aggiornamento: 15:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci