Alla guida con il cellulare in mano, un'emergenza che va affrontata

PER APPROFONDIRE: auto, cellulare, guida
Caro direttore, 
sabato 30 giugno ore 9.30 circa, A27 direzione Sud zona Treviso Nord, poco traffico. Vado al mare col camper, velocità 100/110, corsia destra. Sto per raggiungere un pullman di quelli a lunga percorrenza leggermente più lento di me. A 200 metri dal mezzo mentre mi preparo al sorpasso, ma ecco improvviso uno scarto a destra del bus che poi ritorna in carreggiata. Mia moglie, seduta alla mia destra non si accorge di nulla. Scommetto che l'autista sta usando il telefonino; adesso lo supero, controlla e vedrai. Passiamo a fianco, verifica e mi guarda sbalordita. Era così. Io sorrido.


D. Chiesa
Pieve di Cadore


Caro lettore, 
lei giustamente sorride perché non le è successo nulla: il pullman è rientrato nella sua corsia e lei ha potuto proseguire senza problemi. Ma, lo sa anche lei, poteva andare peggio. Il numero di incidenti causati dall'uso dei telefonini alla guida è in costante crescita. E sempre più spesso accade che passeggeri e utenti fotografino conducenti di bus intenti a parlare al cellulare mentre guidano. Si tratta di cattive e pericolose abitudini che vanno contrastate. In che modo? Aumentare pene e sanzioni spesso è inutile: più che a contrastare e ridurre realmente il numero di reati, serve a mettersi in pace con la coscienza. Ma in questo caso credo che sarebbe necessario un deciso giro di vite. Servono pene e multe più severe per chi viene beccato a telefonare mentre guida, sopratutto se si tratta dell'autista di un bus, pubblico o privato non importa. E naturalmente all'aumento delle pene va affiancata un'intensificazione dei controlli. Siamo di fronte a un'emergenza: dobbiamo affrontarla come merita.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 3 Luglio 2018, 13:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alla guida con il cellulare in mano, un'emergenza che va affrontata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-07-04 13:14:58
Questa e' un' EMERGENZA? E i milioni di POVERI in Italia cosa sono, una quisquilia? E i milioni di disoccupati sono secondari, vero? E la mafia istituzionalizzata, una sciocchezzuola? No, il cellulare alla guida e' PRIMARIO per la nazione. Ma per piacere.
2018-07-04 11:46:48
... si naviga ( sic ) non per conoscere ma per distruggersi.. il mefistofelico congegno è la più potente arma di distrazione di massa mai esistito.. leggi distruzione.. annienterà l'uomo rendendolo schiavo , ma lui non se ne accorgerà e scambierà tale fatto per l'ennesima libertà.. l'ultima.. e il detto doppio sapiens troverà finalmente pieno avvallo..
2018-07-04 07:53:43
Vedo che qualcuno ha già detto che sarebbe necessario il ritiro della patente. Sono d'accordo ma per fare questo devi fermare il soggetto. Purtroppo questo non fa bene alle casse per cui.... Esistono metodi elettronici x bloccare tutto questo ma pensate veramente che succedera'? Il problema sono sempre i soldi. Esempio lampante sono i fari accesi di giorno. Molto più semplice metterti una multa che decidere di mandare tutte le auto a mettere un rele' ( costo 10 euro) che li accenda. Mancato guadagno. Poi gli autovelox, le cinture e i telefonini. Purtroppo viviamo in un momento dove se con i soldi puoi fare quello che vuoi e loro lo sanno
2018-07-03 20:46:59
Il telefonino è diventato un'arma, basta obbligare il conducente a riporlo in uno scomparto che sia inaccessibile per la distanza durante la guida, per le telefonate solo viva voce. la pena ritiro della patente per un anno, vedrete come diminuiscono gli incidenti che oggi sui giornali vengono definiti inspiegabili. Ma si sa biosgna "lavorare" molto meglio un autovelox che incassa senza alcuna spesa.
2018-07-03 19:13:26
... il telefonino per molti ( troppi ) è ormai una droga, e come drogati vanno trattati.. o si disintossicano o vanno a piedi.. il problema non è l'oggetto ma il soggetto..