Cosa sarebbe accaduto in Francia se un italiano avesse imitato Moscovici

Caro Direttore,
il commissario europeo Moscovici parla solo a suo nome (ed interesse) ma cerca di far intendere al pubblico che invece interviene a nome della Comunità Europea. Non è vero. Il suo buffo cognome, simile alla marca di un ammazza mosche, ci ricorda la solenne batosta del suo partito alle elezioni politiche francesi.
Ora tenta goffamente e poco elegantemente di riconquistare un po' di visibilità attaccando il paese più debole ed indifeso della Comunità: l'Italia. Purtroppo l'Europa non è più quella dei grandi statisti europeisti come i nostri Martino ed Einaudi che nel dopoguerra salvarono l'economia italiana facendoci conquistare il prestigio che questa nazione merita. Ora l'Europa non è più quella dei suoi inizi: è diventata una sorta di club privato della sinistra.
Così il commissario antimosche interviene fuori luogo nelle nostre elezioni nazionali non avendo più in patria chi lo prende sul serio. Si dice preoccupato nel caso in cui il suo compagno Renzi dovesse perdere le elezioni italiane, ma spera che questo non avvenga perché l'Italia è come un gatto che cade sempre in piedi. Si, forse noi il gatto. Ma perché lui si ostina a comportarsi da topo?
Luigi Barbieri

-- --

Caro lettore,
il termine statista mi sembra francamente esagerato per il commissario Moscovici che, probabilmente, avrebbe fatto buona cosa se avesse continuato a fare il sociologo invece di dedicarsi alla politica europea.
Sarebbe interessante vedere come avrebbero reagito monsieur Moscovici e i suoi connazionali se un commissario UE italiano si fosse permesso di esprimere giudizi su partiti francesi in piena campagna elettorale. Lo avrebbero (giustamente) massacrato. Dai giornali francesi sarebbero partiti fulmini e saette.
Noi invece alle parole di Moscovici abbiamo dato importanza e dedicato alle sue personali e ininfluenti opinioni titoli sulle prime pagine. Direi che non ne valeva la pena. «Non ti curar di loro ma guarda e passa», scriveva Dante. Forse scomodare il sommo poeta per Moscovici è persino troppo. Ma ci siamo capiti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 21 Gennaio 2018, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cosa sarebbe accaduto in Francia se un italiano avesse imitato Moscovici
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-01-23 06:00:00
Se e' vero che pensatori esteri mettono il becco negli affari italiani in periodo di elezioni, avendo avuto scarsi successi in loro nazione, , spesso i politici italiani latitano quando ci sarebbe da difendere all'estero l'Italia.Per la dislocazione dell'agenzia europea del farmaco a Milano, si sarebbe dovuto scatenare un martellamento di vari politici e d amministratori italiani nelle varie sedi europee.Invece e' bastata l'astensione di Cekia per far dirottare ad Amsterdam,inoltre stigamtizzata l'assenza di politici governativi a Venezia per firma trattato con la Cina.Almeno i rappresentanti istituzionali italiani si impicciassero di piu' per gli interessi nostrani...anche quando aziende estere comprano aziende italiane, le spolpano e poi le chiudono..lasciando edifici vuoti e centinaia di disoccupati.
2018-01-22 23:18:24
Moscovici rappresenta la classe politica che non riesce a capire il cambiamento dei popoli che grazie ai nuovi sistemi di informazione non si fa più' abbindolare da vecchie ed obsoleti sistemi politici al soldo dei poteri forti.
2018-01-22 18:49:17
tutto vero l'intervento del lettore,ma diamogli almeno 5 attenuanti: prima attenuante, quale altro paese europeo ha avuto come presidente del consiglio un certo silvio berlusconi? seconda attenuante, quale altro paese europeo ha avuto come tentato presidente del consiglio bersani,terza attenuante, quale altro paese europeo ha avuto come presidente del consiglio renzi? quarta attenuante, quale altro paese europeo ha avuto come presidente del consiglio monti? quinta ma non ultima attenuante, quale altro paese europeo ha cambiato una legge elettorale a colpi di maggioranza per paura di perdere le elezioni? gentiloni e letta, non li metto nelle attenuanti visto che sono i tappetini ideali per personaggi del calibro di moscovici.
2018-01-22 16:51:21
Tanti si improvvisano statisti. Il filosofo Bersani ad esempio...
2018-01-22 11:55:49
... se il popolo italiano ( ma si può ancora dire ) comprendesse la fonte voterebbe l'esatto incontrario. purtroppo non succederà in quanto da sempre aduso a servitù..