Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Spende 8500 euro all'anno per la Pepsi: «La bevo anche al posto dello champagne per i brindisi»

Dopo una sola sessione di ipnoterapia online, Currie è guarito

Sabato 6 Agosto 2022
Spende 8500 euro all'anno per la Pepsi: «La bevo anche al posto dello champagne per i brindisi»

Un lavoratore inglese di un supermercato ha speso 8.500 euro all'anno per la Pepsi. Ne beveva circa 30 lattine al giorno. È andato avanti così per vent'anni. Ma oggi è guarito dopo aver sviluppato una vera e propria dipendenza. Si chiama Andy Currie e ha 41 anni.

Coca Cola investe 20 milioni, nuove assunzioni in Abruzzo

La routine di Andy Currie

Andy beveva un litro di bevanda frizzante ogni mattina, poi altri nove durante il giorno. Il britannico ha iniziato a 20 anni e ne ha sorseggiato circa 219.000 lattine di Pepsi. Viene da Bangor, una città nel nord del Galles. «Ho sempre amato il gusto di una Pepsi fredda. Niente potrebbe batterlo e mi sono semplicemente appassionato».

Dove comprava le lattine

«Lavoro di notte, quindi mi è sempre piaciuta la corsa allo zucchero per farmi andare avanti. Ogni giorno consumavo quattro o cinque bottiglie da due litri di Pepsi. Dato che lavoro in Tesco, potrei semplicemente comprarlo subito dopo il lavoro e portarlo a casa». Currie, che è sposato con la moglie Sarah, 39 anni, ha detto di aver speso 25 euro al giorno per Pepsi.

Quanto ha speso in totale?

«Mi è costato una fortuna. Avrei potuto comprare un'auto ogni anno per la stessa cifra che stavo spendendo per la Pepsi». Una routine costosa e di cui non poteva fare a meno, anche agli eventi a cui andava.

Pepsi al posto dello champagne

«Ricordo di essere andato a matrimoni e compleanni, e mentre altre persone bevevano bicchieri di champagne, brindavo alle persone con una lattina di pop frizzante». Currie ha deciso di smettere dopo che i medici lo hanno avvertito che correva il rischio di diventare diabetico.

L'ipnoterapia

Dopo una sola sessione di ipnoterapia online, Currie è guarito e ha bevuto acqua per la prima volta in vent'anni. In sole quattro settimane, ha perso altri 14 chili ed è notevolmente più sano. Currie ha detto: «David mi ha incontrato online e mi ha ipnotizzato per circa 40 minuti. Non so cosa ha detto, ma dopo non volevo più berlo. Ho ancora due lattine di Pepsi nel mio frigorifero. Non le tocco da un mese e non ho intenzione di farlo».

Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 10:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci