Tutti in forma dopo il lockdown: la formula Fit and Go per una ripartenza in sicurezza

Martedì 16 Giugno 2020
Ci lasciamo alle spalle un lockdown dalle tendenze più disparate.  Questi mesi, infatti, sono stati caratterizzati da sedentarietà, aumento di peso e dolci fatti in casa ma anche da frenesia da home workout e beauty routine.  Secondo la ricerca CREA (agenzia di ricerca del ministero delle Politiche Agricole) il 44% degli italiani è uscito dalla quarantena ingrassato e circa il 40% ritiene che sia urgente mettersi a dieta.  A cambiare, oltre il peso e le abitudini alimentari, è stata anche la tipologia di allenamento (app, training virtuali, circuiti social e yoga da salotto). Gli italiani hanno scoperto quanto possa essere importante prendersi cura di sé e avere a cuore il proprio benessere psico-fisico, consapevolezza da tenere viva anche nel pieno della fase 3, quando i ritmi frenetici della ripartenza rendono più difficili esercizi domestici a cadenza quotidiana e le rigide norme di distanziamento sociale penalizzano i tanti appassionati delle palestre.   
 Fit and Go, un caso di successo nell’industria del fitness hi tech, è la soluzione ideale per tutti coloro che non vogliono vanificare gli sforzi fatti in questa primavera e puntano a una rapida remise en forme in vista della prova costume alle porte. La tecnica EMS (acronimo di Elettro MioStimolazione) è alla base della formula Fit and Go che in poco tempo – parliamo di slot da meno di mezz’ora – riesce a superare risultati tipici di un allenamento tradizionale, raggiungendo gli strati più profondi del muscolo e stimolando più di 30.000 contrazioni naturali e volontarie.  Fit and Go, azienda giovane con centri in tutta Italia, è da anni pioniera della felice unione fra fast-fitness e alta tecnologia e consente di sperimentare un format innovativo ed efficace, che in questo momento storico è di sorprendente attualità.  “Esercizi funzionali, personalizzati e su appuntamento, presenza in loco di massimo due clienti per volta (3 se gli spazi lo consentono), approccio one to one con il proprio personal trainer a disposizione, spogliatoio a uso singolo e ambienti sanificati”, illustra Marco Campagnano, co-founder e CEO dell’azienda. “Si tratta di un’offerta perfettamente in linea con le misure anti-contagio che garantisce al cliente professionalità e sicurezza”. 
E se davvero le agende tornano serrate, il tempo libero scarseggia e la bella stagione è ormai arrivata, non resta che correre ai ripari e affidarsi a macchinari d’avanguardia. Massimo risultato e minimo sforzo è il motto di  Criofit, criosauna che a 170 gradi sotto zero permette di perseguire tantissimi obiettivi in soli 3 minuti: dal combattere l’invecchiamento e ritrovare la forma fisica, alle sue proprietà antinfiammatorie e di velocizzazione del recupero muscolare, fino alla regolazione del ritmo del sonno e il miglioramento degli stati depressivi.  Stessa filosofia quando parliamo di Vacufit, il macchinario rivoluzionario che consente un dimagrimento costante e localizzato. Molto simile a un tapis roulant, associa l'esercizio aerobico all'effetto vacuum (sottovuoto) o a quello termale (infrarossi). Il risultato sarà un miglioramento della circolazione sanguigna e un’accelerazione metabolica per dire finalmente addio alla ritenzione idrica. L’alternanza di questi macchinari abbinata alla costanza delle sessioni metodo Fit and Go avrà senza alcun dubbio un forte impatto e i gli effetti saranno visibili dopo poco: il mix ideale, quindi, per chi punta in fretta a una linea perfetta e a un corpo tonico. E sempre in un’ottica di servizi integrati e completezza, Fit and Go ha da poco inaugurato anche la sua linea di consulenze e supporto sul fronte dell’educazione nutrizionale, convinti dell’importanza di abbinare all'esercizio fisico mirato anche una corretta alimentazione.  
“Proponiamo un piano alimentare studiato ad hoc dal nostro team di biologi nutrizionisti sulla base di un allenamento così particolare come l’EMS”, afferma Valentina Righetti, responsabile marketing e comunicazione Fit And Go. “La dieta settimanale dovrà essere varia e bilanciata ma anche tener conto dell’allenamento svolto e quindi dell’apporto energetico necessario per non affaticare e indebolire il nostro organismo. In questo modo rafforzeremo i muscoli, migliorando al tempo stesso la ricomposizione corporea e ovviando all’inattività e agli stravizi culinari tipici del lockdown”. Ultimo aggiornamento: 19:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA