Turismo, è in Salento la prima Spa "Marina" d'Italia: fruizione turistica consapevole e tutela dell'ambiente

Giovedì 22 Luglio 2021
Turismo, è in Salento la prima Spa "Marina" d'Italia: fruizione turistica consapevole e tutela dell'ambiente

È nata in Salento la prima Spa Marina d'Italia. Dalla sabbia all'acqua marina, dal fico d'india al lentisco, dal rosmarino alla lavanda: gli elementi naturali caratteristici della spiaggia salentina diventano percorsi di benessere all'interno di una spa che nasce interamente all'aria aperta sulla costa, in spiaggia, da cui vengono attinte e lavorate le materie prime. L'esperimento, denominato Natural Sea Spa, verrà testato all'interno dello stabilimento balneare Le Cinque Vele a Pescoluse, in provincia di Lecce, da oggi fino alla fine della stagione estiva e rappresenta - affermano gli ideatori - una novità in Italia nel panorama delle strutture dedicate alla cura della persona. Lo scopo è creare un nuovo modo di godere dei benefici del territorio e di gettare le basi per una fruizione turistica «slow», consapevole e rispettosa dell'ambiente.

 

Villa Soligo, ospitalità di lusso in mezzo alle colline del Prosecco

Nello specifico, il Salento offre abbondanti doni naturali, i cui benefici per la salute sono per lo più sconosciuti, quali la sabbia e le piccole pietre, il sale, le piante da frutto e gli arbusti mediterranei, che possono confluire in specifici trattamenti per il corpo sotto forma di oli essenziali e composti naturali preparati manualmente. «Questo progetto intende trasformare il nostro territorio in benessere - spiega Sara Florio, Spa Manager - con una spa che nasce in spiaggia, con la spiaggia. Ciò accade in una fase storica in cui è fondamentale rilanciare il turismo dando vita a nuovi modelli di valorizzazione e fruizione, lontani dall'immaginario collettivo legato al Salento. È necessario orientarsi verso un approccio consapevole e rispettoso della biodiversità di una terra così ricca e generosa, che offre tutti gli strumenti per godere di benefici non solo per gli occhi e per la mente, ma anche per il corpo. Chiusa la stagione estiva, valuteremo se rendere l'impianto permanente e se replicarlo anche in altri territori». 

 

 

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 10:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA