Salute, Shiatsu contro ansia e stanchezza: al via la settimana con i centri aperti

Domenica 19 Settembre 2021
Salute, Shiatsu contro ansia e stanchezza: al via la settimana con i centri aperti

La risposta all'ansia e alla stanchezza arriva da un altro Paese.  La "pandemic fatigue" o stanchezza pandemica «è la sensazione naturale di stanchezza e sfinimento dovuta a uno stato di crisi prolungato e costituisce una reazione, assolutamente naturale, di fronte a una situazione di crisi prolungata. Lo shiatsu, attraverso il "con-tatto" con il corpo può aiutarci a recuperarne la percezione, e re-instaurare anche il contatto con emozioni e pensieri, riattivare la risposta dell'organismo per contattare le risorse al fine di integrare lo stress, migliorare la relazione con gli altri e il rapporto con l'ambiente circostante». Lo sottolineano gli esperti della Federazione italiana Shiatsu insegnanti e operatori (Fisieo), in occasione della decima edizione della Settimana dello Shiatsu, dal 18 al 25 settembre in tutta Italia. «Tutti coloro che lo desiderano avranno la possibilità di provare gratuitamente un trattamento shiatsu con modalità idonee anti-Covid», evidenzia la Federazione. Tra le varie discipline del benessere «lo Shiatsu è il rimedio antistress preferito dagli italiani - avverte la Fisieo - Circa 6 milioni di italiani beneficiano di trattamenti manuali, di questi quasi un milione e mezzo hanno provato lo Shiatsu e circa 600 mila ne fanno uso abitualmente».

Social, dai disturbi alimentari alla depressione: gli effetti dell'abuso di Instagram sui ragazzi

Lo Shiatsu «integra in modo naturale i saperi dell'antica filosofia orientale con le più attuali visioni scientifiche (esempio, la psiconeuroendocrino immunologia), e aiuta a sostenere il cambiamento che ognuno di noi è chiamato ad affrontare in quanto "sistema vivente", in continua relazione col proprio ambiente, da vari punti di vista: fisico, emotivo, psichico e immunologico - ricorda la Federazione - Si basa sul senso del tatto, si differenzia dalle tante pratiche a mediazione corporea per l'utilizzo della pressione e delle sue modalità di applicazione, è un'arte per la salute con stili e percorsi culturali specifici che la caratterizzano e la differenziano». La Federazione italiana Shiatsu insegnanti e operatori ricorda che «lo Shiatsu non è messaggio perché: non è un trattamento estetico in quanto non si pone l'obiettivo di rimuovere gli inestetismi; non è un trattamento fisioterapico; non fa uso di oli, creme o altri prodotti; non utilizza strumenti di nessun genere, né estetici, né fisioterapici; la shiatsu (dal giapponese Shi, dito, e Atsu pressione, quindi pressione con le dita) si basa esclusivamente sulla pressione, ben calibrata, mantenuta e costante; non utilizza nessuna delle tecniche tipiche del massaggio quali: scivolamenti, strofinamenti, sfregamenti, pizzicottamenti e picchiettamenti; infine - conclude la Federazione - non è solo una tecnica di pressione, ma una disciplina a sé stante, con una sua teoria autonoma, con una sua una visione specifica dell'essere umano e un suo specifico metodo di lavoro». 

Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA