Mamma 35enne lascia il lavoro e fonda un'impresa di pulizie "particolare": lavora nuda

Sabato 22 Febbraio 2020 di Nico Riva
​Mamma 35enne lascia il lavoro e fonda un'impresa di pulizie
Potrebbe sembrare uno scherzo, ma non lo è. La 35enne inglese Claire O’Connor ha deciso di cambiare la sua vita, lasciando il lavoro come addetta alle pulizie in hotel e avviando un'impresa di pulizie tutta sua con una ....particolarità. Infatti si presenta ...nuda. Per 75 sterline all'ora (circa 90 euro), Claire pulirà la casa dei propri clienti in lingerie, e alzando il prezzo, cadono gli indumenti. 

Claire O’Connor ha tre figli e un marito, Rob, che inizialmente pensava non fosse seria. Ma quando ha visto la convinzione della compagna, ha accettato l'idea. Al Sun, Claire ha infatti ribadito: «Non ci sarà niente di divertente. Niente contatti fisici, niente fotografie e niente "extra". Andrò in casa, farò il mio lavoro e me ne andrò». I prezzi sono tuttavia molto alti: si parte da 75 sterline all'ora per il servizio in lingerie o un outfit da cameriera francese. Per 85 sterline orarie, Claire resterà in topless. Infine, per 10 sterline in più, il servizio verrà svolto totalmente senza vestiti. 

Per promuovere la sua iniziativa, a cui ha dato il nome di Fantasy Clean, ha creato anche una pagina Instagram lo scorso 10 febbraio. La speranza di Claire O’Connor è che il servizio decolli, potendo così assumere altre ragazze e ragazzi per ampliare il lavoro. Realtà di questo tipo, infatti, già esistono e vanno alla grande: Glimmer, ad esempio, è nata nel 2017 per volontà della ex estetista di Edimburgo Victoria Dahl. Ha iniziato da sola, mentre ora può contare su 15 dipendenti (sia uomini che donne) che fanno le pulizie e catering a domicilio, indossando solo biancheria intima
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lingerie cleaning £75/ph #fantasyclean #domesticcleaning #lingerie #cleaning #unique #confidence

Un post condiviso da Fantasy Clean (@fantasycleanltd) in data:



Come prevedibile, il web si è subito diviso in due fazioni: c'è chi accoglie l'idea con entusiasmo, pensando che non ci sia niente di male, ma anche chi vorrebbe che il governo intervenisse per vietare questa "forma disgustosa di prostituzione".  Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci