Banche, tasse mutui al minimo storico: crescono gli importi richiesti

Lunedì 3 Maggio 2021
Banche, tasse mutui al minimo storico: crescono gli importi richiesti

Il contesto di tassi bassissimi continua a mantenere su valori «prossimi ai minimi storici di sempre» i tassi dei mutui con i contraenti che prediligono la sicurezza del tasso fisso e grazie al costo ridotto degli interessi si spingono a chiedere importi più alti. È quanto rileva Bussola Mutui, il bollettino trimestrale di Crif e MutuiSupermarket.it relativo al primo trimestre 2021.

 

L'INIZIATIVA PADOVA C'è una Banca che custodisce il tempo. Il patrimonio,

 

Nel mese di marzo, si legge nella nota, per un mutuo da 140.000 euro con durata ventennale per l'acquisto di un immobile del valore di 220.000 euro, i migliori spread si mantengono allo 0,8% per i mutui a tasso variabile e dallo 0,3% a poco sopra lo 0,1% per quelli a tasso fisso, con quest'ultima tipologia di tasso preferita dall'85% dei contraenti sul canale on-line. L'importo medio dei mutui si attesta a 136.656 euro (+2,6% rispetto al corrispondente periodo 2020), il valore più elevato a partire dal 2013 ad oggi.

Ultimo aggiornamento: 4 Maggio, 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA