«Contro i clandestini serve un attentato in Italia», bufera sul tweet di Fabrizio Bracconeri

«Contro i clandestini serve un attentato»: bufera su Fabrizio Bracconeri, l'ex Bruno Sacchi della 3a C
«Vi sembrerà assurdo e mi piange il cuore dirlo,ma solo un attentato in Italia ci leverà dai co....i del PD E CLANDESTINI...poi la rivolta». Il tweet choc di Fabrizio Bracconeri, l'ex Bruno Sacchi de "I ragazzi della 3a C", ha scatenato un polverone sui social. L'attore, che nel 2014 si era anche candidato alle elezioni europee con Fratelli d'Italia, è già noto ai più per le sue posizioni estreme: ma l'ultimo "cinguettio" ha sollevato più polemiche del solito. In molti gli hanno risposto per le rime, ironizzando sul suo personaggio che, nell'immaginario liceo "Giacomo Leopardi", prendeva sempre 3. «Quando gli mettevano 3 lo avevano sopravvalutato», scrive Luciano Nobili, mentre qualcun altro dichiara apertamente di pentirsi «di ogni puntata della 3a C che ho visto». «Quando Isis capisce che c'è sta gente e vede come stiamo messi gli prende pietà», cinguetta Gianni Pinoli. 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 7 Gennaio 2017, 16:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Contro i clandestini serve un attentato in Italia», bufera sul tweet di Fabrizio Bracconeri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-01-08 11:49:34
in italia si fa' qualcosa solo quando succede qualcosa di grave,fabrizio ha detto solo la verita'e chi si è scandalizzato sono persone che vengono dal paese dei balocchi
2017-01-08 11:27:38
il bello è, come dice enrico dal ben, che ha pure ragione. ma quando tocchi gli interessi di qualcuno, in primis cooperative rosse che gestiscono i migranti, passare per bauco è il minimo che ti faccianom fare.
2017-01-08 10:33:02
Bufera? Twitter è il peggiore dei social, frequentato da celebrolessi sempre pronti ad offendere pesantemente e minacciare ad ogni occasione, quello che ha scritto Bracconieri non è un desiderio, ma un triste presagio.
2017-01-08 10:20:27
Se dalla Libia venissero lanciati dei missili contro il nostro territorio, quale sarebbe la nostra reazione? Se dalla Libia parte un invasione del nostro territorio come dobbiamo considerare simili atti? I nostri militare li teniamo in caserma a giuocare alla guerra.
2017-01-07 21:51:21
Sicuramente un solo attentato non sposterebbe il problema.... Anzi vi figurate la fanfara mediatica dei buonisi!! Un errore da non fare, non aspettano altro, riuscirebbero a ribaltare un solo atto in un polverone mediatico di proporzioni estreme, non basterebbero tutti i crimini commessi dai presunti richiedenti nei nostri confronti, un attentato sarebbe strumentalizzato, facendo di colpo cadere una sana protesta al livello di cieco odio verso il diverso che "poverino" scappa da persecuzioni (anche in quei paesi dove non ci sono) no!! Si deve trovare un modo democratico per cacciarli tutti (anche quelli di seconda generazione)