Covid: ansia, affaticamento e insonnia. Sull'80% dei genitori gli effetti collaterali della pandemia

Lunedì 12 Ottobre 2020

Genitori in ansia, insonni, affatticati e tendenzialmente nervosi. Il risultato della ricerca sullo stato di salute delle mamme e dei papà al tempo della pandemia non è confortante. Solo il 17% del campione intervistato, infatti, si sente abbastanza tranquillo. I dati sono il frutto della ricerca condotta da Hasbro, l'azienda dei giochi da tavolo e alzano il velo su una situazione preoccupante. Il 22% dei genitori è in ansia per qualsiasi cosa, il 21% perde la calma facilmente, il 20 non dorme bene e un altro 20 ha di frequente pensieri negativi.

Covid Roma, «Ansia da epidemia»: boom di vendita di tranquillanti nelle farmacie dei Castelli 

In totale sono state ascoltate circa duemila persona e il 70 per cento di loro è affaticato dalla gestione in contemporanea delle attività più diverse. Quasi uno su due (56%) è stressato dalla necessità di ricoprire simultaneamente ruoli diversi: genitore, amico, coniuge, figlio, lavoratore. Ancora di più, poi, sono coloro che hanno avvertito la sensazione di non essere in grado di fare tutto nel miglior modo possibile. E ciò, nonostante gli sforzi. Se in famiglia ritrovarsi ad affrontare imprevisti e difficoltà è piuttosto normale, nell'ultimo periodo questi fattori hanno implementato lo stato d'ansia del 67% degli intervistati, preoccupati, inoltre, da una situazione di generale incertezza. 

I DATI

Sono più della metà - il 57% - quelli che hanno accusato problematiche nella comunicazione in famiglia, con l'aumento delle incomprensioni, determinate una condizione di maggiore vulnerabilità e irascibilità (21%), dal troppo tempo trascorso insieme (20%), per la scoperta di aspetti caratteriali sconosciuti (16%). 

Corrisponde al 44% dei genitori, la percentuale di coloro che hanno avvertito disagio a spiegare ai figli cosa stesse accadendo nel mondo e alle loro normali abitudini. Il gioco, in un contesto simile, ha aiutato il 37% di mamme e papà a distrarsi e divertirsi, il 27% a rilassarsi insieme. Il 12% lo ha accompagnato alle attività del quotidiano, dalla cucina al riordino della casa. 

Ultimo aggiornamento: 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA