Roma, banditi in strada con passamontagna e pistole, arriva la polizia ma era un film non autorizzato: denunciati attori e regista

Martedì 7 Luglio 2020 di Marco De Risi
Una rapina vera. Con il palo che indossava un passamontagna ed era armato di pistola. Invece no: si trattava di un film amatoriale. Intanto, le Volanti si sono catapultate su un tratto di via Guglielmo Massaia, alla Garbatella, dove i residenti gli avevano segnalato il colpo a mano armata. Ci sono stati momenti di alta tensione nei quali gli attori e il regista davanti ai poliziotti armati hanno detto velocemente che si trattava di una ”fiction” ed hanno alzato le mani.
La scena del film è avvenuta ieri pomeriggio verso le 15. E la rapina in celluloide ha avuto strascichi giudiziari.

Infatti, la piccola produzione, tre persone, non aveva alcuna autorizzazione a girare la scena da ”Roma a mano armata” e, quindi, ha rischiato di ingenerare allarme sociale e poi ha rischiato davanti ai poliziotti armati convinti che il colpo fosse vero. I tre sono stati denunciati per il reato di procurato allarme, un reato penale. Non solo. Sono stati sequestrate due pistole finte ma identiche ad armi vere. E’ stato aperto un procedimento penale ed ora i tre ideatori della pellicola dovranno andare davanti ad un magistrato. Ultimo aggiornamento: 13:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA